Arrivano i dettagli sulle modifiche predisposte dalla Legge di Bilancio: ecco tutto quello che è cambiato

La circolare numero 4 del 18 Febbraio scorso ha chiarito tutti dettagli sui cambiamenti regolamentati dalla Legge di Bilancio 2022 che sono entrati in vigore in queste settimane.

Facciamo chiarezza bonus Renzi, IRPEF, e l'assegno unico, cosa cambia

Tanti i punti da definire, dalle modifiche sulle aliquote e sulle detrazioni sino al bonus IRPEF, ex bonus Renzi. Sono veramente tante novità che è bene conoscere per capire cosa è cambiato.

Dal bonus Renzi ad IRPEF e assegno unico: cosa cambia con la nuova circolare

facciamo chiarezza bonus renzi, irpef, e l'assegno unico, cosa cambia

Per quanto riguarda gli adempimenti dei datori di lavoro, la nuova normativa è entrata in vigore il 1 Gennaio 2022. Dal 1 Marzo 2022 entrerà invece in vigore l’assegno universale. Nella circolare vengono spiegati anche tutti i dettagli che riguardano i soggetti esclusi dall’Irap, e tutti i chiarimenti per quanti riguarda il deferimento delle scadenze all’imposta sul reddito delle persone fisiche.

LEGGI ANCHE>>>Stop all’assegno familiare da marzo, ci sarà ancora solo per febbraio

Nella prima parte del documento vengono riassunte le modifiche predisposte alle aliquote e agli scaglioni dell’Imposta sul reddito delle persone fisiche. Le cifre, divise in scaglioni, sono le seguenti: per chi ha reddito fino a 15.000 euro, l’aliquota è pari al 23% (la tassazione è di 3450 euro. Non è prevista tassazione per i redditi sino a 8.174. Per la seconda fascia, che comprende i redditi tra i 15.000 e i 28.000 si sale al 25%. Dieci punti in più (35%) per l’aliquota di coloro che presentano un reddito compreso tra i 28.000 e i 50.000. Chi supera questa soglia invece rientra nell’ultimo scaglione, e avrà una aliquota IRPEF 43%

Sono state modificate anche le detrazioni da lavoro dipendente, da pensione, da lavoro autonomo e altri redditi. Prevista rimodulazione dei nuovi scaglioni di reddito e correttivi. Presente anche una postilla legata al Covid. Viene specificato che al fine delle detrazioni non vanno calcolati i giorni di assenza ingiustificata per violazione dell’obbligo di possesso di Green Pass. Andranno quindi rapportate al periodo di lavoro.

LEGGI ANCHE>>>Premio nascita e bonus bebè cessati, ecco cosa e successo e perché

Le detrazioni devono infatti essere rapportate al periodo di lavoro nell’anno, ovvero al numero dei giorni per i quali il lavoratore ha diritto alle detrazioni per lavoro dipendente. Per quanto riguarda il Bonus Irpef, è stato modificato il limite di reddito. Si passa da 28 mila a 15 mila euro.

Vengono anche esplicate tutte le informazioni per quanto riguarda l’assegno unico rivolto alle famiglie con a carico figli minorenni o maggiorenni con meno di 21 anni. Per leggere la circolare completa con maggiori dettagli è possibile andare direttamente nel sito ufficiale governativo