Finalmente dal 10 marzo si ritorna alla normalità, dove si comincerà

L’ultima novità: finalmente dal 10 marzo si ritorna alla normalità, ecco dove si comincerà. Tutte le informazioni utili.

I contagi di Coronavirus continuano a diminuire, così come sono in calo in ricoveri. Un progressivo miglioramento della situazione epidemica che permette di allentare le restrizioni e ritornare gradualmente alla normalità.

normalità

Abbiamo cominciato venerdì 11 febbraio, quando è stato eliminato l’obbligo di indossare le mascherine protettive all’aperto e hanno riaperto le discoteche. Le mascherine, comunque, vanno sempre portate con sé perché è ancora obbligatorio indossarle in caso di assembramenti, anche all’aperto.

Così come dobbiamo indossarle al chiuso, quando entriamo nei negozi, negli uffici pubblici e privati e quando andiamo al museo. Mentre è obbligatorio indossare le mascherine FFP2 al cinema, a teatro, nei luoghi di eventi culturali e sportivi e su tutti i mezzi pubblici.

Il miglioramento della pandemia, comunque, permette di allentare o rimuovere alcune restrizioni e a breve ne saranno tolte altre. Ecco quali, dove e quando.

Dal 10 marzo si torna alla normalità, ecco dove

normalità

Potrà sembrare una cosa di poco conto, ma per tante persone sarà una importante ritorno di una parte di normalità. Soprattutto per chi lavora nel settore, ed è stato pesantemente penalizzato dalla pandemia, sarà il modo per recuperare alcuni guadagni.

Il riferimento è al consumo di cibi e bevande al cinema, a teatro, ai concerti e nei luoghi di spettacoli e manifestazioni sportive. Dal 10 marzo sarà nuovamente possibile, grazie a un emendamento approvato all’unanimità dalla Commissione Affari Sociali della Camera. Il divieto di consumo di cibi e bevande al cinema e allo stadio era stato introdotto lo scorso Natale per ragioni di sicurezza, di fronte all’impennata di contagi Covid.

Tra meno di un mese, dunque, potremo mangiare di nuovo popcorn e bere bibite al cinema.

Altri allentamenti di restrizioni sono previsti a breve termine. Come l’eliminazione dell’obbligo di Green pass ai tavoli di bar e ristoranti all’aperto. Lo ha anticipato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, precisando che l’obbligo di Green pass potrà essere tolto per alcune attività all’aperto con la cessazione dello stato di emergenza il 31 marzo, di cui non si prevede la proroga. Dunque dal 1° aprile.

LEGGI ANCHE: Super green pass illimitato, anche se la zona diventa rossa

Mentre già nei prossimi giorni è previsto un aumento della capienza degli spettatori negli impianti sportivi, che dovrebbe passare dal 50% al 75% all’aperto e dal 35% al 60% al chiuso.

normalità