Le monetine che avete in casa possono aiutarvi a fare davvero tanti soldi. Ecco come

Tutti conosciamo il valore delle monete che possediamo, vero? Non esattamente. Tutti gli appassionati di collezionismo sanno che il valore dei soldi va ben oltre quello che si trova nel nostro portafoglio o nel conto corrente e che ogni giorno utilizziamo per le più svariate necessità. Sparsi per casa, in un vecchio e rovinato borsellino, o nascosti in una vecchia cassapanca, o tra i cimeli di una eredità ricevuta, o appunto, nella collezione che mostriamo orgogliosi agli amici che vengono a casa ci possono essere degli autentici tesori.

Le monete infatti possono assumere un valore incredibilmente più alto di quello originario. Se sono particolarmente antiche o difficili da trovare, se sono state coniate per una ricorrenza speciale, se sono legate ad un particolare momento storico le vostre vecchie monete possono valere una fortuna. Ecco degli esempi.

Chi trova una moneta trova un tesoro: quanto valgono le vecchie lire!

Chi si ricorda le vecchie 10 lire? In molte case, soprattutto in quelle dei più attenti e nostalgici, quando nel 2002 si passò all’Euro si decise di conservare qualche moneta in ricordo dei tempi che furono e del conio italiano che stava ormai lasciando il passo alla moneta europea.

LEGGI ANCHE>>>Come pulire le monete: i consigli pratici ed efficaci

Se siete tra coloro che possiedono ancora delle vecchie lire, potreste avere conservato monete da migliaia di euro di valore. Prendiamo le 10 lire, ad esempio. Se la vostra moneta di 10 lire Vittorio Emanuele II, Regno di Sardegna ha incisa la data compresa tra il 1850 e 1860, ha oggi un valore di circa 17.000 mila euro. Non, male, no? Sempre per restare in tema 10 lire. La moneta 10 lire Olivo, diffusa sino al 1950 prima di venire sostituita dalla moneta 10 lire spiga, oggi può valere oltre 3.500 euro.

LEGGI ANCHE>>>Guadagnare soldi con monete rare: ecco le più redditizie

Ovviamente, il valore di una moneta è dato anche dallo stato di conservazione della stessa. Se si tratta di un soldo tenuto in perfette condizioni (il così detto grado di conservazione fior di conio) come visto sopra, possono arrivare ad avere valutazioni davvero elevate. Anche in caso di qualche imperfezione, però, è possibile comunque, riuscire comunque a vendere la propria moneta, anche se ad un prezzo minore. Pensateci bene, dunque, prima di svuotare i vecchi cassetti e liberarvi delle vecchie monete a cuor leggero: tra le mani potreste avere un vero tesoro.