Fitte in testa improvvise? Potrebbe trattarsi di ischemie, ecco perché dovete indagare

Le improvvise fitte alla testa possono generarsi di frequente e avere cause diverse. Dietro alla loro origine potrebbe essere un problema vascolare ma anche un difetto di postura. Ecco le motivazioni.

Oltre alla classica emicrania che attanaglia spesso con frequenza molti di noi, è possibile soffrire di fitte improvvise alla testa che vengono avvertite come delle scariche elettriche. Seppur occasionali, questi disturbi sono piuttosto intensi e possono ripresentarsi nel tempo. Dietro alla loro origine ci possono essere diverse motivazioni.

Emicrania
Emicrania

Questi dolori improvvisi si manifestano come delle vere e proprie fitte, poiché sono brevi ma intensi, infatti durano pochi secondi e sono simili a delle punture. Possono sorgere in diverse zone della testa, come il lato destro e quello sinistro, la nuca oppure la zona periorbitale. Se le fitte si presentano una volta, non ha alcun senso allarmarsi. Ma in caso di frequenza del fenomeno, è bene appurarne le cause con una visita medica specialistica. Ma ecco perché possono insorgere.

Le cause all’origine delle fitte alla testa

Fitte alla testa
Fitte alla testa

Le fitte alla testa si possono manifestare per diverse motivazioni. Ad esempio, possono presentarsi come episodi anticipatori dell’emicrania e della cefalea e colpiscono zone precise come la tempia, la regione frontale o occipitale del cranio. Un altro motivo per cui avvengono le fitte è la nevralgia del trigemino, ossia un nervo cranico ai due lati della testa, che può scatenare dolori intensi e lancinanti seppure di breve durata.

LEGGI ANCHE >>> Se hai questo mal di testa, dovresti preoccuparti

Alla base di questi disturbi, ossia nevralgia, emicrania e cefalea, a sua volte ci sono diversi fattori come lo sbalzo repentino di temperatura e i cambiamenti climatici, il consumo di cibi a cui si è intolleranti come latticini, insaccati, alimenti lievitati o con glutine, ma anche alcolici, il fumo, uno squilibrio del ritmo sonno-veglia, l’utilizzo prolungato di computer e di monitor, la disidratazione e il calo glicemico, le alterazioni ormonali come nel corso del flusso mestruale delle donne.

In genere questo tipo di dolore non è associato a patologie più gravi come un tumore cerebrale, ma bisogna sempre fare attenzione se si tratta di casi isolati o se le fitte sono accompagnate da altri sintomi quali vista offuscata, nausea e vomito, problemi di equilibrio, crisi epilettiche, perdita di sensibilità agli arti.

LEGGI ANCHE >>> Se non dormite la notte e avete spesso mal di testa, potrebbe dipendere da qualcosa di più profondo

Esistono, inoltre, cause psicosomatiche che spiegano l’origine delle fitte alla testa. Tra queste si riscontrano gli stati di stress e ansia, la tensione, le preoccupazioni, ma anche l’ipereccitabilità oppure traumi ed emozioni molto forti. Un motivo di malessere è la depressione che può causare disturbi fisici ed emotivi.