Si comincia dalla tavola a contrastare il colesterolo, ecco le buone abitudini da adottare

Si comincia dalla tavola a contrastare il colesterolo, le buone abitudini da adottare. Tutte le informazioni utili da conoscere.

Per una buona salute del sistema cardiovascolare è importante tenere il colesterolo sotto controllo. Livelli troppo elevati nel sangue di questo grasso sono infatti pericolosi per il cuore e il funzionamento dell’apparato cardiocircolatorio.

colesterolo alimentazione

Esistono due tipi di colesterolo: quello cosiddetto “buono“, che si riferisce alle lipoproteine HDL, ad alta densità, e quello “cattivo“, le lipoproteine LDL, a bassa intensità. Entrambi hanno una funzione importante per il nostro organismo, ma troppo colesterolo LDL è pericoloso per la nostra salute.

Un eccesso di colesterolo LDL nel sangue riduce l’elasticità delle arterie, ostacolando il flusso sanguigno e formando placche aterosclerotiche. Dalle placche possono formarsi i trombi. Per mantenere una buona circolazione sanguigna, dunque, il colesterolo LDL, quello “cattivo” deve essere mantenuto a bassi livelli.

Anche se il colesterolo è prodotto in gran parte dall’organismo, viene introdotto anche con l’alimentazione. Per questo motivo si inizia a contrastarlo già a tavola, seguendo un’alimentazione corretta e privilegiando i cibi che abbassano la colesterolemia. Ecco cosa bisogna sapere.

Si comincia dalla tavola a contrastare il colesterolo: le buone abitudini

colesterolo alimentazione

Cominciate curando la vostra alimentazione quotidiana per combattere i livelli eccessivi di colesterolo LDL, quello “cattivo”, pericoloso per la salute.

Per abbassare la colesterolemia (eccesso di colesterolo nel sangue) è importante seguire una dieta ipocalorica, a basso contenuto di zuccheri, alto contenuto di fibre e privilegiando i grassi insaturi rispetto a quelli saturi.

LEGGI ANCHE: Colesterolo buono e cattivo quali differenze? Quale deve avere i valori più alti

Tra i cibi che aiutano a contrastare il colesterolo troviamo quelli ricchi di fibre. che aiutano l’organismo ad assorbire il colesterolo alimentare ma anche gli acidi biliari della cistifellea che contengono il colesterolo prodotto dall’organismo. Tra gli alimenti ricchi di fibra abbiamo i cereali integrali, la frutta, la verdura e soprattutto i legumi che sono un vero toccasana sia nell’abbassare il colesterolo che nel tenere bassa la glicemia, i fagioli in particolare.

Molto importante, poi, è consumare quei cibi ricchi di acidi grassi omega-3, omega-6 e omega-9. Tra questi ricordiamo l’olio di fegato di merluzzo, che è abbastanza disgustoso ma si può assumere in compresse, da acquistare in farmacia come integratore, di solito abbinato ad altri nutrienti come le vitamine A, D ed E. Ricchi di omega-3 sono il pesce azzurro (alici, aringhe, sardine, sgombri) e l’acido alfa linolenico, contenuto negli oli di noci, lino, soia e kiwi. Mentre olive e olio d’oliva contengono acidi grassi omega-9.

Per fare il pieno di omega-6, invece, dovete mangiare noci, nocciole, mandorle, arachidi, semi di girasole, semi di zucca, pistacchi e oli di semi. Attenzione alle calorie di questi alimenti salutari ma molto calorici.

LEGGI ANCHE: Le uova fanno male al colesterolo, ma chi lo dice?

Queste indicazioni sono solo di carattere divulgativo, basate sulle conclusioni generali degli esperti. Non sostituiscono i consigli del medico, al quale dovete sempre rivolgervi per seguire diete o terapie.

colesterolo alimentazione