Tamponi e mascherine stanno costando cari agli italiani che devono affrontare una nuova ondata pandemica: ecco come fare per ottenere il rimborso. 

Negli ultimi giorni a causa dei nuovi obblighi e dell’incremento della curva pandemica, gli italiani si sono ritrovati ad acquistare sempre più mascherine e ad effettuare sempre più tamponi. Tali acquisti, di certo hanno un peso rilevante sulle tasche delle famiglie che già affrontano numerose spese.

tamponi mascherine rimborso 20220114

Tuttavia, quello che non tutti sanno è che in determinati casi si può ottenere il rimborso sull’acquisto di tali beni. Scopriamo insieme quando è possibile e come fare.

Come ottenere il rimborso per tamponi e mascherine: ecco i casi in cui è previsto

tamponi mascherine rimborso 20220114

Tamponi e mascherine sono diventati, negli ultimi tempi, una spesa molto frequente per gli italiani che stanno facendo i conti con la diffusione della variante Omicron. Per quanto riguarda i tamponi, in particolare, essi gravano direttamente sui privati dato che ormai la maggior parte delle Asl territoriali è satura di richieste.


LEGGI ANCHE: Per gli studenti tamponi gratuiti, come saranno le nuove regole a scuola


Per poter recuperare qualcosa su quanto speso, sono numerosi coloro che si pongono quotidianamente domande sulla possibilità di un rimborso o di detrarre le spese. Quello che non tutti sanno, però, è che alcune di queste spese possono essere detratte e l’occasione giusta è proprio la dichiarazione dei redditi 2022.

In tale dichiarazione, infatti, sarà possibile beneficiare delle agevolazioni fiscali in modo da poter recuperare i costi sostenuti. Ecco in quali casi è previsto il rimborso. 

Quando si può beneficiare del rimborso per mascherine e tamponi

Tamponi e mascherine rientrano quasi sempre nelle detrazioni per le spese sanitarie: per esse, infatti, ogni anno si ha diritto a una detrazione IRPEF. In sede di dichiarazione dei redditi, dunque, si dovranno indicare gli importi delle spese di tale genere sostenute. 


LEGGI ANCHE: Non tutti i tamponi rapidi sono uguali, alcuni sono precisi quasi quanto i molecolari: ecco cosa sapere


Sarà necessario conservare i giustificativi delle spese come scontrini fiscali, ricevute e fatture al fine di poter usufruire del rimborso previsto.

Inoltre, nel dettaglio per quanto riguarda i tamponi, ad essere oggetto di detrazione saranno i tamponi antigenici, rapidi, molecolari e sierologici. Tutto ciò, ovviamente, a patto che essi siano effettuati presso una struttura privata convenzionata con il SSN. 

tamponi mascherine rimborso 20220114