In virtù dell’aumento esponenziale del numero di persone contagiate, si è deciso di emanare nuove misure per quanto riguarda il rientro a scuola.

Il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha voluto porre l’accento sull’importanza di consentire agli studenti e al personale scolastico un rientro a scuola in tutta sicurezza.

Come sarà il rientro a scuola e le nuove misure da adottare

Alla luce di questa stringente necessità, sono stame emanate nuove misure in modo tale da consentire in maniera efficace il controllo e dunque la gestione dei casi positivi a scuola.

Rientro a scuola: ecco le nuove misure per farlo in sicurezza

Come sarà il rientro a scuola e le nuove misure da adottare

Leggi anche: LE VACANZE NON FINISCONO PER GLI STUDENTI ECCO QUANDO RIANDRANNOA  SCUOLA

Stando a quanto dichiarato dal Ministro Bianchi, il Consiglio dei Ministri ha deciso di assumere nuove regole tenendo conto della necessità di fronteggiare al meglio l’attuale situazione che vede, da un lato un aumento esponenziale dei contagi, dall’altro un diverso grado di vaccianzione raggiunto.

Ovviamente, l’obiettivo è quello di assicurare le lezioni in presenza in modo tale da poter garantire a tutti gli studenti il diritto allo studio, nella piena uguaglianza sociale.

Per fare ciò ci è deciso di cambiare le regole in merito al comportamento da adottare nel caso di casi positivi in classe.

Per la scuola dell’infanzia, in presenza di 1 solo caso positivo si dovrà procedere con la sospensione dell’attività scolastica per 10 giorni.

Mentre invece, nel caso della scuola primaria l’attività potrà proseguire a patto che si effettuino test antigenici rapidi da ripetere a distanza di cinque giorni.

La didattica a distanza dovrà essere avviata a partire da due casi positivi in classe.

In riferimento alla scuola secondaria di I e II grado, con 1 positivo in classe scatterà l’auto sorveglianza e l’obbligo di indossare mascherine di tipo ffp2.

Leggi anche: SCUOLA E’ IL MOMENTO DI SCEGLIERE LE SUPERIORI, I CONSIGLI DEGLI ESPERTI PER FIGLI E GENITORI

In presenza di 2 positivi, coloro che hanno eseguito il ciclo vaccinale completo potranno continuare a seguire le lezioni in presenza, per tutti gli altri è prevista la prosecuzione in dad. Questa, invece, interesserà tutta la classe nel caso di 3 casi di positività fino a 10 giorni.

Il Governo ha fatto sapere di aver stanziato oltre 90 milioni di euro per poter fronteggiare l’emergenza e consentire agli studenti e al personale scolastico di svolgere l’attività di auto sorveglianza tramite l’esecuzione di test rapidi.

Come sarà il rientro a scuola e le nuove misure da adottare