A partire da gennaio è possibile fare richiesta per l’assegno unico. L’isee è fondamentale per beneficiare del predetto assegno unico e può essere ottenuto con una nuova procedura. Ecco quale.

L’assegno unico rappresenta una forma di sostegno al reddito delle famiglie residenti in Italia. Si tratta di un assegno dal carattere universale, cioè rivolto a tutti coloro che presentano figli a carico che non abbiano compiuto i 21 anni di età. Tale limite di età non vale, invece, se all’interno del nucleo familiare ci sono figli con handicap.

L'Isee serve per l'assegno unico ma non solo: ecco la nuova procedura per ottenerlo da soli

Ciò detto, per poter beneficiare del bonus in esame è necessario fornire l’Isee che da oggi può essere ottenuto da soli tramite una nuova procedura. Scopriamo insieme quale.

Isee per assegno unico: ecco come ottenerlo da soli grazie alla nuova procedura

L'Isee serve per l'assegno unico ma non solo: ecco la nuova procedura per ottenerlo da soli

L’entità dell’importo erogato dall’INPS sarà stabilito in base al reddito complessivo risultante dall’Isee, Indicatore della situazione Economica Equivalente.

Leggi anche: BONUS FACCIATE: IL CHIARIMENTO SULLE SPESE INCLUSE

In particolare, se il reddito risulta essere non superiore ai 15 mila euro, l’assegno previsto è di 175 euro, mentre invece si aggira intorno ai 50 euro nel caso di Isee superiore ai 40 mila euro.

Le maggiorazioni, di fatti, variano in base alla presenza o meno di una serie di fattori tra cui:

  • numero di figli a carico;
  • madri con età non superiore ai 21 anni;
  • presenza di figli disabili.

Come accennato poc’anzi per poter beneficiare di questo bonus bisogna fornire l’Isee, tuttavia, coloro che non lo forniscono hanno comunque diritto ad un importo minimo di 50 euro a figlio.

Leggi anche: IN ARRIVO IL BONUS PSICOLOGICO DA 400 FINO A 1600 EURO, ECCO A CHI E’ DESTINATO

Coloro che vogliono evitare lunghe code ai caf o in qualsiasi altro ente preposto all’erogazione della predetta certificazione possono eseguire la procedura da soli compilando a DSU, Dichiarazione Sostitutiva Unica.

Qui, inoltre, è messo a disposizione dell’utente un’apposita sezione in cui sono spiegati, passo per passo, i relativi passaggi da eseguire per evitare di sbagliare. Letta la parte dedicata alle istruzioni per la compilazione, bisognerà cliccare sulla voce “acquisizione” per cominciare a compilare l’Isee precompilato.

Ciò detto, si tratta di una procedura estremamente semplificata che consentirà a molte persone di evitare le interminabili code ai caf che in questo periodo sono presi d’assalto.

L'Isee serve per l'assegno unico ma non solo: ecco la nuova procedura per ottenerlo da soli