E’ giapponese la donna centenaria più longeva del mondo e si chiama Kane Tanaka. Sopravvissuta a tre pandemie, due guerre mondiali, alla bomba atomica di Nagasaki e a un tumore avuto all’età di 103 anni. 

[caption id="attachment_39380" align="alignnone" width="1280"]Compleanno donna più longeva al mondo Compleanno donna più longeva al mondo[/caption]

Oggi, 2 gennaio del 2022, la donna più longeva del mondo compie 119 anni: si chiama Kane Tanaka ed è giapponese. Il segreto della sua lunga e ricca vita? Il sonno e l’amore della sua famiglia che la mantiene viva. In tutto questo tempo ha superato diverse avversità e ha visto il susseguirsi di avvenimenti epocali, tra cui le due Guerre Mondiali, la bomba atomica di Nagakasi e tre pandemie quali l’influenza Spagnola del 1918-1920, la Sars del 2004) e il Covid-19. Non solo, all’età di 103 anni si è ammalata e ha sconfitto anche un tumore al colon. Come conduce oggi la sua vita Kane Tanaka?

LEGGI ANCHE >>> La ricetta per vivere fino 120 anni: parla l’esperto

La vita a 119 anni della donna più longeva del mondo

[caption id="attachment_39390" align="alignnone" width="740"]Kane Tanaka, la donna più longeva al mondo Kane Tanaka, la donna più longeva al mondo[/caption]

Kane Tanaka oggi a 119 anni vive in una casa di cura a Higashi-ku, nella prefettura di Fukuoka, e non smette di godersi il tempo libero con le attività che più le piacciono come il gioco dell’Othello e le passeggiate. Non solo, tra suoi hobby ci sono la calligrafia e la matematica. Il suo segreto di longevità risiede soprattutto in un sonno tranquillo e abbondante e nell’affetto profondo della sua famiglia, che non l’ha mai abbandonata, ma anche nella sua dieta: beve tantissima acqua e mangia prettamente riso, pesce e zuppe. Non si priva, però, di alcuni sfizi a tavola come i dolci e il caffè, di cui beve tre lattina al giorno, oltre a bevande nutrizionali e gassate.

Tanaka è diventata famosa in tutto il mondo non solo per la sua incredibile forza di spirito, ma anche grazie al libro biografico scritto da suo figlio nel 2010, quando lei aveva già 107 anni, dal titolo In Good and Bad Times, 107 Years Old. Non solo, la donna è socia onorari dell’importante Associazione Giustitalia che opera per tutelare le persone anziane su scala internazionale.

LEGGI ANCHE >>> Super centenari: ecco il segreto perché vivono in questi luoghi del mondo