Avete organizzato una cena con amici e parenti per l’ultimo dell’anno? Per realizzare le specialità di Capodanno bisogna conoscerne bene gli ingredienti!

Una delle feste più emozionanti dell’anno oltre al Natale o la Pasqua è proprio Capodanno. Il giorno in cui termina un anno e ne comincia un altro ricco di sorprese e nuovi momenti belli da condividere con amici e parenti.

specialità di Capodanno

Di solito questo giorno si passa con le persone che più si ama e si vuole bene e si prepara svariate leccornie e prelibatezze simili al cenone della Vigila. Infatti il 31 dicembre si utilizza preparare cibi a a base di mare come spaghetti con l’astice, vongole, cozze, frittura di pesce, pesce al forno, alla griglia e il baccalà fritto.

Inoltre esistono due ingredienti principali di queste feste che non possono mai mancare. Anch’essi sono cibi di mare e sono anche molto buoni, bisogna solo capirne la differenza perchè d’aspetto possono sembrare uguali ma di sapore sono completamente differenti!

LEGGI ANCHE: Come preparare una perfetta frittura di pesce: consigli utili

Ecco la differenza fra questi due ingredienti tipici per realizzare specialità di Capodanno!

specialità di Capodanno

I due ingredienti principali utilizzati per il cenone di Capodanno sono l’anguilla e il capitone. Sia l’anguilla che il capitone appartengono alla stessa famiglia, cioè quella delle Anguilliadi. Entrambi i pesci vivono nelle acque dolci italiane e sono composte da uno scheletro.

Entrambi i pesci possono sembrare uguali ma riscontrano delle differenze sostanziali. infatti l’anguilla è un pesce maschile e di solito pesa intorno ai 200 grammi ed è lungo 60-70 centimetri. Il capitone invece è un pesce femminile che in natura è molto più lungo e pesante dell’anguilla.

Infatti può arrivare a pesare un kilo e di lunghezza supera il metro. Anche il sapore è differente, infatti l’anguilla possiede carni molto più grosse, spesse e un gusto molto saporito rispetto al capitone. Ciò non significa che quest’ultimo non sia saporito, anzi!

Per non dimenticare del colore, infatti l’anguilla può variare dal grigio al verde ed è possibile trovarlo in caverne, pozzi e nelle acqua dolci del Nord Italia. Il capitone invece possiede colori differenti che variano dal giallo al nero.
È possibile reperirlo sia fresco che surgelato tutto l’anno, a differenza dell’anguilla che risulta difficile reperirla facilmente in commercio. Secondo alcune fonti storiche pare che mangiare sia il capitone che l’anguilla sia di buon auspicio per l’anno nuovo. Infine è possibile cucinarli in svariati modi, anche se la tradizione vuole che entrambi i pesci vengano fritti.
specialità di Capodanno