Posate, gioielli, utensili di ogni tipo in argento con il passare del tempo possono annerisci e ossidarsi. Ecco come pulirli e farli tornare velocemente come nuovi.

[caption id="attachment_38394" align="alignnone" width="1280"]Come pulire l'argento Come pulire l’argento[/caption]

Gli oggetti in argento sono preziosi e belli, ma molto suscettibili al tempo che passa e agli agenti esterni, che tendono a ossidarli e annerirli. Per farli tornare splendenti, si possono utilizzare diversi prodotti di pulizia in commercio, che ne permettono la lucidatura ma sono anche altamente inquinanti. Ecco perché è meglio usare dei rimedi naturali e casalinghi.

Innanzitutto, per la pulizia preferite un panno di materiale  morbido, magari in camoscio e uno spazzolino dalle setole soffici, che agevoleranno la rimozione dello sporco dagli interstizi e le parti più nascoste. Quali sono, dunque, i modi più efficaci e naturali per pulire l’argento?

LEGGI ANCHE >>> Anello di oro bianco con diamanti: come pulire il solitario

Come pulire l’argento con rimedi naturali

Rimedi naturali per pulire l'argento
Rimedi naturali per pulire l’argento
  • Il limone è efficace su gioielli e posate, basta versare il suo succo direttamente sugli oggetti e strofinare con un panno di cotone morbido e lo spazzolino per le parti più impervie. Al termine risciacquate con  acqua e asciugate con un panno asciutto.
  • L’aceto bianco è molto efficace, basta aggiungerne due cucchiaini in acqua calda e immergere dentro il liquido così composto gli oggetti da pulire per almeno mezz’ora. Altrimenti, potete versare l’aceto su un panno e lucidare gli oggetti.
  • La birra è perfetta per ciò che è ossidato. Lasciate in immersione gli oggetti nella birra per tutta la notte e il giorno seguente risciacquate bene.
  • Il dentifricio è ideale se cosparso sulla parte da pulire e strofinato con un panno o con uno spazzolino, esattamente come fareste sui vostri denti, così da rimuovere piano piano l’ossidazione.
  • La cenere anche è un alleato contro l’ossidazione, basta unirla a dell’acqua e formare un composto che dovete strofinare sugli oggetti, magari aiutandovi con un batuffolo di cotone sul quale potete versare anche del succo di limone per aumentarne l’efficacia. Ovviamente dopo dovete sciacquare e asciugare con cura.
  • Immancabile infine è il bicarbonato di sodio con cui potete creare un impasto per strofinate con un panno morbido o uno spazzolino. Lasciate poi agire il bicarbonato per un paio di ore e risciacquate.

LEGGI ANCHE >>> Per far tornare come nuova una pentola bruciata dovete fare solo questo