Se lo avete richiesto lo scorso anno, sappiate che il Bonus vacanze 2021 sta per scadere. Dopo una certa data non potrete più utilizzarlo. Ecco come non perderlo.

[caption id="attachment_38417" align="alignnone" width="1280"]Bonus vacanze 2021 Viaggio foto creata da freepik – it.freepik.com[/caption]

Il Bonus vacanza 2021, la misura varata dal governo lo scorso anno per fare fronte all’emergenza pandemica e incentivare il turismo, sta per scadere. Il termine ultimo di richiesta era fissata al 31 dicembre 2020, allo stesso modo potrete beneficiare del bonus per il pagamento di servizi e pacchetti turistici entro il 31 dicembre 2021.

La cifra a cui ammonta l’incentivo varia a seconda delle persone che compongono il nucleo familiare e l’ISEE. Nello specifico, le fasce sono così suddivise: 500 euro per i nuclei familiari di tre o più persone con Isee inferiore a 40 mila euro; 300 euro per le famiglie con due persone; 50 euro per una sola persona.

LEGGI ANCHE >>> Vacanze: come fare la valigia perfetta, i consigli utili

Bonus vacanze 2021: come usarlo

Bonus vacanze 2021
Bonus vacanze 2021

I soldi concessi dal bonus vacanze 2021 devono essere spesi in un’unica soluzione presso una struttura turistica oppure un’agenzia di viaggi: l’80% del suo ammontare consiste in una sconto in fattura, il 20% restante invece è calcolato nella dichiarazione dei redditi.

Bisogna fare bene attenzione a conservare i documenti utilizzati per la domanda, che serviranno per la dichiarazione dei redditi, ossia: la fattura o la ricevuta fiscale del fornitore e tutta la documentazione che dimostri la completezza e la veridicità dei dati indicati.

Per quanti non riescono più a visualizzare il proprio bonus sulla app IO, la cui attivazione è scaduta il 31 dicembre dello scorso anno, potrebbero aver sbagliato qualcosa in fase di compilazione della Dsu per il calcolo dell’ISEE: tali errori potrebbero aver compromesso la richiesta stessa, poiché potrebbero incidere sui valori reddituali e patrimoniali facendo superare la soglia prevista di 40 mila euro, oltre la quale il Ministero non permette l’utilizzo del bonus. Se questi errori venissero rintracciati solo in seguito all’utilizzo, verrà richiesto di restituire l’intero importo.

LEGGI ANCHE >>> Bonus e detrazioni per il 2022 cosa resterà invariato e cosa cambierà