Tortelli o cappelletti, quali avete scelto per natale, ma la differenza la sapete?

Sonia

Curiosità

Con l’arrivo delle feste di natale bisogna preparare anche i vari pranzi e le cene che sono arricchiti con piatti gustosi, come i cappelletti o tortelli. Ma la differenza qual è?

Sia i tortelli che i cappelletti provengono dalla tradizione emiliana, due tipologie di pasta fatta all’uovo, ma per quanto possono essere simili hanno delle differenze sostanziali. L’Emilia-Romagna è il paese eletto indiscusso per la pasta fresca ripiena.

tortelli o cappelletti

Queste tipologie di pasta all’uovo vengono stese finemente con il mattarello, per poi essere farcite con vari ingredienti di primissima qualità. Entrambe le tipologie vengono mangiate rigorosamente in brodo e di solito entrambe le paste si trovano nei menù delle feste natalizie, ma non solo.

Per quanto queste tipologie di paste siano originale dell’Emilia, riescono a mettere d’accordo sia il nord che il sud, sia grandi che piccoli. Infatti questi piatti invernali hanno conquistato la maggior parte delle casa italiane in particolare le famiglie lombarde, piemontesi e ovviamente quelle emiliane.

LEGGI ANCHE: Lesso o brodo? La differenza che non tutti conoscono

Qual è la differenza fra tortelli e cappelletti?

tortelli o cappelletti

Innanzitutto la prima cosa che bisogna sapere e capire per distinguerli è la loro forma e dimensione. Infatti i tortelli sono molto più piccoli rispetto ai cappelletti. Anche la loro forma è nettamente differente e ciò è dovuto dal tipo di lavorazione e come vengono chiusi.

Infatti i tortelli sono chiusi intorno al mignolo, mentre i cappelletti a triangolo unendo le due estremità della pasta all’uovo. Bisogna anche dire che la sfoglia dei tortelli risulta più sottile, è tagliata a quadri piccoli e il ripieno e nettamente inferiore al cappelletto.

Mentre quest’ultimo possiede una sfoglia più spessa e il ripieno è abbondante. Lo stesso vale per il ripieno e il condimento. Nei tortelli è inserita una farcia a base di carne di maiale, come il lombo, la mortadella o il prosciutto crudo.

Mentre nei capelletti dipende dalla zona in cui si sta mangiando il piatto. Infatti è possibile trovare diverse tipologie di ripieno come al Parmigiano Reggiano, con la ricotta e gli spinaci o alla carne come i tortelli. Per il condimento invece di solito per i tortelli si utilizza il brodo, ma è possibile trovarli anche alla panna, al formaggio, mentre i cappelletti di solito sono fatti al ragù.

LEGGI ANCHE: Brodo troppo salato, niente paura con i rimedi della nonna

tortelli o cappelletti

Gestione cookie