Colesterolo alto: ecco come potete combatterlo a tavola

Piera Feduzi

Salute e Benessere

Per diminuire il livello di colesterolo alto nel sangue, altro non serve che seguire un regime alimentare sano e rigido che permetta di ristabilire i giusti equilibri dell’organismo. La dieta, coniugata all’attività fisica, permette di restare in salute e contrastare la colesterolemia.

La dieta per il colesterolo alto
La dieta per il colesterolo alto

Il colesterolo alto è un problema che colpisce tantissime persone e non esclusivamente quelle più anziane e gli adulti. Per contrastare il fenomeno ed evitare l’insorgere di malattie cardiovascolari anche gravi, è possibile correre ai ripari seguendo un regime alimentare preciso e coniugare a questo l’attività fisica. Insieme, infatti, possono concorrere a ridurre la colesterolemia totale, il colesterolo cattivo anche detto LDL e ad aumentare quello buono (detto HDL) scoraggiando le possibilità di patologie.

Infatti, il suo livello di concentrazione nel sangue è determinato in buona parte da quello che ingeriamo, poiché la sua produzione endogena è operata perlopiù dal fegato. Per gestirne la quantità nell’organismo, dunque, bisogna prediligere una dieta a base di grassi insaturi e di fibre.

LEGGI ANCHE >>> Colesterolo buono e cattivo quali differenze? Tra i due, quale deve avere i valori più alti

Come ridurre il colesterolo a tavola con questi cibi

Cibi per contrastare il colesterolo
Cibi per contrastare il colesterolo

Per contrastare il colesterolo bisogna partire dalla tavola, aiutandosi con la giusta alimentazione. La dieta ideale prevede la presenza di alcuni cibi che contengono le seguenti sostanze nutritive: fibre alimentari, acidi grassi polinsaturi essenziali omega 3, omega 6, omega 9, addizionati di steroli vegetali.

Le fibre riducono l’assorbimento del colesterolo e sono contenute soprattutto in verdure, frutta, cereali integrali, legumi e funghi. Gli omega 3, invece, agevolano il metabolismo dei lipidi trasportati nel sangue e riducono il rischio di malattie cardiovascolari grazie alla loro azione anti-infiammatoria e anti-trombotica. Li troviamo nella soia, nell’olio di lino, nelle noci e nei kiwi, ma anche nel pesce azzurro.

Gli omega 6 migliorano la colesterolemia totale e si trovano specialmente nei legumi, nei semi di zucca e di girasole, nella frutta secca come noci, mandorle, arachidi, pistacchi. Gli omega 9 tendono a ridurre invece solo il colesterolo cattivo LDL e i trigliceridi e possiamo trovarli nelle olive e nell’olio extravergine d’oliva.

LEGGI ANCHE >>> Olio di oliva, i benefici che non conoscete

Infine, gli steroli vegetali ostacolano l’assorbimento intestinale del colesterolo e per integrarli nella nostra dieta possiamo mangiare gli yogurt dietetici o un bicchiere di succo d’arancia.

 

Gestione cookie