Quante volte vi è capitato di svegliarvi stanchi, affaticati e privi di energia come se non avete dormito affatto? Ecco i motivi!
È capitato un po’ a tutti almeno una volta nella vita di aver dormito anche tanto, ma di esservi svegliati e accorgervene che eravate più stanchi della sera prima. Questo fenomeno è abbastanza comune specialmente nella società in ci si ritrova a causa dei mille impegni, disturbi fisici vari e molto altro ancora.
stanchi
Nel momento in cui il sonno è disturbato e interrotto da diversi fattori, l’organismo purtroppo non riesce a ricaricare le dovute energie necessarie per poter partire la mattina nel migliore dei modi e affrontare i mille impegni della vita.
Se dopo aver cambiato le varie abitudini quotidiane della vita, acquistato un letto e un materasso nuovo e non soffrite di nessuna patologia o disturbo sia fisico che mentale, è il caso di consultare il proprio medico e rivolgervi a un esperto nel sonno.

LEGGI ANCHE: Apnee notturne: le cause, i sintomi e le conseguenze!

Stanchi e assonnati: i 3 motivi più comuni per il sonno disturbato!

stanchi

  • Perdita del ritmo del sonno: esistono innumerevoli fattori esterni che non che possono influire il processo del sonno. Molte persone sono suscettibili a fonti luminose, rumori di vario tipo, apparecchi elettronici in funzione o altro ancora. Infatti l’organismo non riconoscendo effettivamente il problema decide di non produrre melatonina, l’ormone del sonno creando così l’insonnia. In questo caso si consiglia di consultare un medico e valutare insieme l’assunzione di integratori alimentari a base di questo ormone.
  • Bruxismo: è un’attività inconscia che viene fatta dal sistema neuro-muscolare durante il sonno e consiste nel digrignare forte i denti. Ciò accade quando i muscoli della mascella e della mandibola sono in tensione. Oppure si ha un trauma al collo o qualche patologia non ancora chiara. Il bruxismo per fortuna può essere curato e di solito i dentisti consigliano di inserire all’interno della bocca un bite. Così che durante la notte non si rischia di rompere, scheggiare qualche dente o ritrovarsi la mattina dopo le gengive sanguinanti e doloranti.
  • RLS o Sindrome delle gambe senza riposo: questa sindrome di solito avviane di notte e si manifesta con il formicolio degli arti inferiori. Quindi il corpo per risolvere il problema decide di muovere spesso e volentieri le gambe per far smettere il fastidio prolungato. Questo disturbo porta la persona anche a svegliarsi spesso e volentieri durante il sonno. Di solito esso è legato a una carenza di ferro, di vitamine del gruppo B o l’assunzione di alcuni medicinali come antidepressivi, ansiolitici o antistaminici dovuti a qualche allergia.

LEGGI ANCHE: Letto giapponese: ecco tutti i suoi benefici, forse è il caso di cambiare il vostro!

stanchi