La condensa è un fenomeno normale che si forma nello sportello del forno quando cuciniamo i cibi. Altro non è che deposito del vapore che ha origine dall’acqua contenuta negli alimenti. Ma che succede quando ce n’è troppa?

[caption id="attachment_33971" align="alignnone" width="1280"]Condensa del forno Condensa del forno[/caption]

Quando cuciniamo dei cibi in forno, capita che sullo sportello di formi della condensa. Questa si crea dal vapore che ha origine dall’acqua contenuta nei cibi stessi in fase di cottura. Capita, quindi, che l’umidità si depositi sulle pareti interne dell’elettrodomestico. La condensa rimane sul vetro ancora freddo, ma se ne rimane troppa vuol dire che non l’umidità non ha modo di uscire all’esterno. Da cosa è causato questo?

Sono diverse le motivazioni e per ognuna c’è un rimedio. Ecco quali.

LEGGI ANCHE >>> L’umidità ti infastidisce, ecco i consigli utili per stare bene

Condensa nel forno, perché si forma?

Condensa del forno
Condensa del forno

La prima causa è sicuramente lo scarto di temperatura tra l’interno caldo del forno e lo spazio esterno della stanza. Quando infatti quest’ultimo è un ambiente freddo, la differenza tra le due temperature aumenta la condensazione. Per rimediare serve mantenere costante la temperatura della stanza a circa 19 gradi Celsius.

Una seconda causa potrebbe essere un difetto nella chiusura della porta dell’elettrodomestico. Questa, infatti, presenta una guarnizione che ha la funzione di serrare il forno e isolarlo dall’esterno. Grazie a questa è possibile mantenere il calore all’interno, ma se presenta dei problemi di deterioramento o di malfunzionamento, il caldo si disperderà altrove e il vapore tenderà a depositarsi sul vetro. In questo caso, non serve altro che sostituire la guarnizione del pannello.

Un altro motivo di formazione della condensa eccessiva potrebbe sempre dipendere da un problema dell’elettrodomestico, come la ventola tangenziale. Questa serve a raffreddare il forno e a eliminare il vapore prima che possa accumularsi all’interno. Dunque, se la valvola tangenziale presenta dei difetti, l’umidità non sarà correttamente dispersa all’esterno e di depositerà sui circuiti elettronici che nel lungo periodo può causare ulteriori malfunzionamenti.

LEGGI ANCHE >>> Come pulire il forno: 5 consigli pratici