E’ sempre più frequente tra le adolescenti una caduta non giustificata di capelli. Il fenomeno sta quasi diventando preoccupante, ma da cosa è dovuto? Le cause sono molteplici e diverse.

[caption id="attachment_33779" align="alignnone" width="1280"]Caduta di capelli tra le adolescenti Caduta di capelli tra le adolescenti[/caption]

Tra le adolescenti si sta manifestando un fenomeno sempre più frequente e quasi allarmante, ossia la caduta dei capelli che sembra alquanto precoce e ingiustificata data la loro giovane età.

Eppure, esistono dei motivi per cui questo accade e vanno dai cambiamenti ormonali fino a quelli alimentari, ma anche lo stress e le esperienze emotive e psicologiche causate dalla situazione pandemica. Vediamo nello specifico quali sono le problematiche e come risolverle.

LEGGI ANCHE >>> Caduta dei capelli altro che shampoo, si contrasta per prima cosa partendo da qui

Caduta dei capelli: perché e cosa fare

Caduta di capelli tra le adolescenti
Caduta di capelli tra le adolescenti

Secondo l’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza del Dipartimento delle politiche della famiglia, i cambiamenti avvenuti nel periodo della pandemia e le conseguenze psicologiche ed emotive sugli adolescenti hanno inciso pesantemente sugli equilibri psicofisici e sulla loro sfera personale.

Secondo gli studi sulla caduta dei capelli condotti dal dottore Angelo Labrozzi, che collabora con l’Università di Chieti, il fenomeno è molto frequente tra le ragazze giovani, soprattutto a causa dell’alimentazione poco equilibrata e dello stress tipico dell’adolescenza.

LEGGI ANCHE >>> Caduta dei capelli: ecco quando la colpa è del cibo che mangiamo 

Il primo rimedio a questa condizione giovanile, che sembra quasi inevitabile, è sicuramente un primo passo verso la consapevolezza e la volontà di trovare una cura efficace. E questa cura parte da un cambiamento degli stili di vita, tra cui la scelta dell’alimentazione sana ed equilibrata.

Tra le sostanze nutritive fondamentali da assumere per la ripresa della salute dei giovanissimi ci sono le vitamine del gruppo B, zinco, selenio, metionina, ferro, cisteina e vitamina C. Da annoverare ci sono, poi, tre cibi che servono a compensare squilibri e carenze, come il salmone, poiché ricco di Omega 3, le uova, che presentano ferro e vitamine del gruppo B, nonché la frutta secca e fresca di stagione.