L’emicrania a volte può essere davvero difficile da sopportare. Ma cosa fare quando è così forte che sembra che la testa stia per scoppiare?

Il mal di testa, detta emicrania, è una sensazione di dolore e di fastidio che può localizzarsi in varie aree della testa, a volte raggiungendo anche occhi, parte del volo o i denti.

emicrania

Per alcuni il mal di testa può essere così forte e presentarsi così spesso, da divenire una vera e propria fonte di stress, rendendo le normali attività di vita quotidiana impossibili da svolgere.

Infatti se l’emicrania si ostina a ricomparire anche a distanza di poco tempo, diventa sicuramente debilitante per la persona che ne soffre. Se non si riesce a trovare rimedio o ad alleviare i sintomi, anche il lavoro e la vita di casa saranno influenzate negativamente, al punto che molti rischiano di perdere il proprio impiego.

LEGGI ANCHE: Mal di testa ecco la causa scatenante, è proprio un alimento!

Emicrania: cosa fare quando la testa ti scoppia

emicrania

L’emicrania non è altro che un mal di testa episodico, che solitamente coinvolge sempre le stesse aree della testa o del volto. Generalmente l’entità del dolore può variare anche di molto, presentandosi sotto forma di pulsazioni e accompagnata da sensibilità alla luce, cambiamento d’umore e disturbi visivi.

Esistono vari tipi di cefalea, come ad esempio: l’emicrania con aura ed emicrania senza aura. Questi due diversi tipi di cefalea sono contraddistinti da sintomi ben diversi, e grazie a questi, è possibile riconoscerle e combatterle.

L’emicrania con aura è un tipo di cefalea in cui i sintomi possono arrivare in modo graduale. Infatti le persone che ne soffrono sono in grado di capire se sta per arrivare il mal di testa attraverso alcuni segnali, riuscendo anche ad intravederne l’intensità. Spesso accompagnata da difficoltà nel linguaggio, problemi nel movimento e sensibilità della vista, l’emicrania con aura può durare anche dalle 3 alle 72 ore.

L’emicrania senza aura invece può arrivare in qualsiasi momento senza nessun preavviso, rendendo la prevenzione difficile da attuare. Caratterizzata da dolore pulsante, localizzato solo su un’area specifica della testa, questa cefalea può essere accompagnata da vari altri disturbi. Infatti all’insorgere di questa cefalea, possono comparire anche: nausea, fotofobia, vomito e fono sensibilità. I vari stimoli esterni come forte luce o rumori ad alto volume, possono accentuarne i sintomi, rendendola più dolorosa.

Spesso quando si soffre di forme avanzate d’emicrania, i farmaci convenzionali non sortiscono effetti efficaci. In questi casi è necessario far visita ad uno specialista, che indagando su cosa può scaturire questi attacchi, possa far luce sugli eventi scatenanti, prescrivendovi la giusta terapia.

LEGGI ANCHE: Soffri di mal di testa frontale? Ci sono cinque ragioni per cui viene, ecco cosa fare

emicrania