Valentino Rossi, le curiosità che non tutti conoscono sul grande campione “in pensione”. Cosa dovete sapere.

Il campione di moto Valentino Rossi ha chiuso la sua carriera domenica 14 novembre al Gran Premio di Valencia, in Spagna, l’ultima gara del MotoGP 2021, vinto da Fabio Quartararo, pilota francese di origini italiane. Rossi ha detto addio alle gare in moto tra sorrisi e lacrime, in un clima di festa e commozione, stretto nell’abbraccio del suo team Yamaha e dei tifosi di tutto il mondo.

[caption id="attachment_32447" align="alignnone" width="1280"]valentino rossi curiosità Il campione di MotoGP Valentino Rossi (Foto di Mirco Lazzari gp/Getty Images)[/caption]

Pilota amatissimo, Valentino Rossi ha gareggiato per ben 26 anni, vincendo 9 titoli mondiali in tutte e quattro le classi del Motomondiale: differenti: moto 125 (1 titolo), 250 (1), 500 (1) e MotoGP (6 titoli mondiali).

Oltre ai successi di una lunga carriera sportiva e agli aspetti della vita pubblica conosciuti da tutti, la vita di Rossi è costellata di curiosità e aneddoti che vale la pena conoscere. Scopriamone alcuni

 LEGGI ANCHE: VALENTINO ROSSI, QUANTO GUADAGNA, IL SUO PATRIMONIO A 40 ANNI

Valentino Rossi, le curiosità sul grande campione “in pensione”

[caption id="attachment_32448" align="alignnone" width="740"]valentino rossi curiosità Valentino Rossi (Foto di Mirco Lazzari gp/Getty Images)[/caption]

La prima curiosità che forse non tutti conoscono è che Valentino Rossi ha cominciato ad andare in moto prima che in bicicletta! A soli 2 anni, papà Graziano, a sua volta pilota di moto, lo ha fatto salire su un motorino, un Malaguti 50. Un inizio precoce per quello ce era già un talento precoce.

Anche mamma Stefania si era accorta che il figlio era portato per le motociclette e che a soli 6 anni guidava la bicicletta come una moto, dopo aver visto in tv le gare dei campioni di quando era piccolo.

Da bambino, Valentino ha imparato guidando le minimoto nel Moto Park vicino a casa. Una passione sfrenata che lo portava in pista anche tre volte a settimana. Così ha imparato a pilotare con grande abilità senza bisogno di stare a ascoltare troppo i consigli del padre. Sapeva già quello che voleva e come ottenerlo.

Ai tempi delle minimoto, nel 1989 Valentino aveva con sé un portafortuna, una tartaruga ninja di peluche, Michelangelo, che è rimasto il suo portafortuna fino a oggi e che Valentino ha sempre portato in valigia con sé.

LEGGI ANCHE: LA BICI CHE DIVENTA MOTO È DIVENTATA REALTÀ

[caption id="attachment_32449" align="alignnone" width="740"]valentino rossi curiosità Rossi in sella alla sua moto Yamaha (Foto di Mirco Lazzari gp/Getty Images)[/caption]