Sono tante le persone che soffrono di disturbi intestinali. Questo può essere causato da cattive abitudini alimentari quale può essere quella di mettere l’aceto nell’insalata. Ecco spiegato perché fa male.

L'aceto nell'insalata fa male, ecco perchè secondo l'esperto

In tanti hanno l’abitudine di condire l’insalata con l’aceto ignari di quanto può essere dannosa questa abitudine per il proprio benessere intestinale.

Scopriamo insieme perché fa male e quali possono essere le conseguenze.

Aceto nell’insalata: ecco perchè fa male

Non mettere l’aceto nell’insalata perché fa male, è uno dei tanti consigli da adottare per stare bene

I dati in possesso ci dicono che quali il 50 per cento della popolazione italiana soffre di disturbi gastrointestinali.

Secondo la dottoressa Kahina Oussedik, autrice del libro La digestione magica, tali disturbi sono causati da una scarsa conoscenza su come gli alimenti  debbano essere associati tra loro.

Se abbinati in maniera corretta, infatti, a beneficiarne è il nostro benessere intestinale, evitando di incorrere in fastidi quali gonfiori.

 Tra le abitudini più sbagliate sempre secondo la dottoressa c’è quella di associare gli amidi e gli acidi.

Questo perchè gli amidi, cosiddetti zuccheri lenti, vengono digeriti in maniera molto lenta dall’organismo e quindi è necessaria l’impiego di molta energia.

Leggi anche: QUANTE SONO LE QUANTITA’ DI FRUTTA DA ASSUMERE PER VIVERE MEGLIO!

Se abbinati agli acidi, questi ostacolano il processo stimolando una digestione più veloce.

Ciò può avere diverse conseguenze tra cui:

  • flatulenza;
  • gonfiore;
  • cattiva digestione;
  • accumulo di peso.

Per lo stesso motivo è sconsigliato combinare il riso con la frutta.

L’attenzione ad associare in maniera corretta i pasti deve essere ancora più alta con il passare dell’età. Con il tempo, infatti, l’organismo può avere non poche difficoltà a reggere abitudini alimentari arrivando ad una saturazione del sistema digestivo.

Leggi anche: INSALATA: ECCO QUAL E’ IL MOMENTO DEL GORNO IDEALE PER CONSUMARLA

Da prediligere quindi sono gli alimenti naturali anche quelli contenenti glutine.

Il segreto, infatti, risiede nell’evitare di abbinarli a gli acidi che come abbiamo spiegato poc’anzi possono determinare una serie di disturbi intestinali che a lungo andare possono diventare anche molto fastidiosi.

Non mettere l’aceto nell’insalata perché fa male, è uno dei tanti consigli da adottare per stare bene