Il frigo vuoto vi mette ansia: ecco spiegata questa particolare sindrome di cui non si parla mai ma che esiste ed è diffusa.

Sindrome frigo vuoto

L’ansia provocata dal frigo vuoto, una cena frugale a base di dolci e merendine: oggi parliamo della sindrome da frigo vuoto, un disturbo presente e ben radicato che può diventare davvero una pessima abitudine. 

Essa, in realtà, più che un vero e proprio disturbo è un’abitudine scorretta che può prendere il sopravvento a chi ha poco tempo o poca voglia di dedicarsi alla preparazione dei pasti almeno una volta al giorno. 

Scopriamo di più su questa sindrome che può seriamente mettere a repentaglio la salute o la linea.

Frigo vuoto e ansia: parliamo di una sindrome diffusa

Sindrome frigo vuoto

Malesseri, gonfiori, stanchezza cronica: tutto ciò è riconducibile alla nostra alimentazione. Spesso, infatti, scegliamo il carburante sbagliato per il nostro corpo privandolo di numerosi e preziosissimi nutrienti. 


LEGGI ANCHE: Alimentazione: se tuo figlio rifiuta il cibo, non ti preoccupare


Parliamo della sindrome da frigo vuoto, una scorretta abitudine per la quale si preferisce consumare snack e dolciumi piuttosto che cucinare o mangiare un pasto completo e sostanzioso. Molto spesso la causa di tutto ciò è la semplice pigrizia: una lunga e faticosa giornata a lavoro ci fa arrivare spossati e senza la voglia di metterci ai fornelli.

Il cibo che consumiamo, spesso, può essere correlato a disturbi dell’umore o a stati depressivi: per questo a volte si sceglie sempre ciò che ci piace mangiare di più anche se è sbagliato.

I consigli per ritrovare la voglia di preparare un pasto

Per uscire da queste abitudini è fondamentale ritrovare la voglia e la motivazione per mettersi ai fornelli. Imparare a mangiare sano, fare attività fisica, dedicare del tempo per sè stessi: sono tutte abitudini importanti.


LEGGI ANCHE: Languorino fuori pasto? Ecco come non cedere alla tentazione!


E’ importante, inoltre, cercare di rallentare i ritmi frenetici e ritrovare la voglia di coccolarsi un pò: e perchè non farlo con del buon e sano cibo?

L’ideale, secondo gli esperti, è puntare su piatti dalla facile e veloce preparazione: un piatto che necessita un’ora per essere cucinato porterà alla noia e a ritrovarsi con un pacchetto di patatine in mano. Ciò non accade, invece con dei piatti dalla veloce preparazione.

Sindrome frigo vuoto