Cambia il protocollo per la gestione dei positivi al Covid in classe: ecco quali sono le novità per le quarantene e i contagi. 

Positivi in classe

E’ pronta e in attesa di essere approvata la nuova bozza contenente le nuove indicazioni in caso di contagio tra le mura scolastiche. In particolare, essa andrà a portare sostanziali cambiamenti nella gestione dei positivi al Covid in classe, delle quarantene e del passaggio d’emergenza alla didattica a distanza. 

Il testo, che dovrebbe essere approvato a momenti, riguarderà tutte le classi scolastiche a partire dalla scuola dell’infanzia e dai servizi educativi ad esso connessi. Ecco cosa cambierà e cosa è previsto nella nuova bozza in merito alla situazione dei positivi in classe.

Positivi al Covid in classe: ecco cosa cambia

Positivi in classe

Il nuovo testo che sarà approvato a breve, probabilmente senza modifiche, prevede che la didattica a distanza e la quarantena per l’intera classe scatteranno soltanto dopo la scoperta di tre positivi nella stessa classe. Non vi sarà più, dunque, quarantena automatica dinnanzi ad un solo positivo.


LEGGI ANCHE: Educazione fisica obbligatoria a scuola: come diventare insegnanti


Inoltre, in casi eccezionali in cui l’autorità sanitaria sia impossibilitata, potranno essere anche i dirigenti scolastici a disporre la sospensione delle attività in presenza in cui è stata individuata una positività. 

Qualora i docenti della scuola primaria dovessero essere positivi al Covid, gli alunni della classe dovranno essere sottoposti ad un tampone che, in caso sia negativo, andrà ripetuto dopo 4-5 giorni. 

Cosa cambia per la scuola dell’infanzia

Come detto in precedenza, il testo di questa bozza comprende anche la scuola dell’infanzia. In caso di bambino positivo tutti gli altri bambini dovranno restare in quarantena per 10 giorni: trascorsi questi bisognerà effettuare un tampone. 


LEGGI ANCHE: Vaccini covid nei bambini sotto i 12 anni: ecco cosa dice la scienza


Gli educatori e i responsabili che, invece, sono stati a contatto con il positivo dovranno rispettare anch’essi una quarantena che va dai 7 ai 10 giorni: i giorni saranno in base a se si è stati sottoposti o meno alla somministrazione del vaccino.

Nel caso in cui a risultare positivo sia un responsabile o un educatore, gli alunni dovranno stare in quarantena per 10 giorni mentre i contagiati, anche se negativizzati nei sei mesi precedenti, dovranno sottoporsi ad un tampone da ripetere dopo 4-5 giorni. 

Positivi in classe