Revisione auto, da novembre cambia tutto: cosa sapere per essere preparati ed evitare multe

Simona

Famiglia

Dal 1 Novembre cambia tutto ciò che sappiamo in merito alle revisione auto: ecco come non arrivare impreparati. 

Revisione auto

La tanto temuta riforma della normativa in merito alla revisione auto è purtroppo arrivata ed entrerà in vigore il 1 Novembre di questo anno. Sembrava ormai fatta, eppure, le nuove norme sono state approvate.

È bene conoscerle in anticipo, soprattutto se la data della nuova revisione si avvicina: in questo modo eviterete multe salate e problemi con la legge. Ecco cosa c’è da sapere.

Revisione auto: dal 1 Novembre cambia tutto

Revisione auto

Una brutta notizia è arrivata per gli automobilisti di tutta Italia: la revisione auto è stata riformata. L’obbligo, infatti, sussiste dopo 4 anni per quanto riguarda la prima revisione e poi ogni due anni.


LEGGI ANCHE: Per i prossimi cinque anni in molti diranno addio al bollo dell’auto: ecco chi sono i fortunati


Questa novità in vigore dal 1 Novembre è arrivata in concomitanza con il nuovo obbligo di detenere un assicurazione RCA anche per automobili e ciclomotori fermi nel garage di casa. 

Ma in cosa consiste la nuova normativa? Scopriamo insieme cosa è effettivamente cambiato.

Un salato rincaro per gli automobilisti

A partire dal prossimo mese per avere il certificato di corretto funzionamento della propria automobile o del proprio veicolo si dovrà pagare di più.


LEGGI ANCHE: Parcheggi sulle strisce blu? Ecco come non pagare il parcheggio senza essere multati


Fino ad ora i prezzi erano di 66,08 euro se la revisione era effettuata presso un’autofficina convenzionata. Con il rincaro si arriverà a ben 79,02 euro per l’ottenimento dello stesso documento: un rincaro di oltre 10 euro! 

Chi vorrà pagare di meno potrà rivolgersi alla motorizzazione civile di propria competenza dove potrà pagare (solo) 54,95 euro. Anche per la motorizzazione, dunque, i prezzi sono aumentati di circa 10 euro.

Revisione auto

Gestione cookie