Perdite d’acqua dal termosifone: come intervenire per risolvere il problema. I consigli pratici.

Cosa fare se il termosifone di casa perde acqua? Il primo segnale di perdita è naturalmente quello di gocce o tracce d’acqua sotto il radiatore. Il problema è scoprire da dove provengono e cosa fare per rimediare. Di seguito vi riportiamo alcuni consigli su come intervenire.

LEGGI ANCHE: PRONTI PER ACCENDERE IL RISCALDAMENTO, ECCO COME PULIRE I TERMOSIFONI

Perdite d’acqua dal termosifone: come intervenire

perdite acqua termosifone
Come risolvere le perdite d’acqua dal termosifone (Foto di ri da Pixabay)

Quando notate dell‘acqua sul pavimento sotto a un termosifone, la prima cosa fare è ovviamente asciugarla. Passate uno straccio pulito e se il radiatore continua a gocciolare mettete sotto una bacinella per raccogliere l’acqua.

Alle volte, la perdita non è subito evidente. Dovrete così passare ad ispezionare il radiatore e le valvole. Per verificare dove esce l’acqua, passate un foglio di carta assorbente sulle radiatore, in corrispondenza della perdita si bagnerà.

Spesso il problema può essere solo una valvola allentata o mal funzionante. In questo caso basterà stringerla o sostituirla. Alle volte, infatti, il problema può essere una guarnizione della valvola. In questo caso, sarà necessario sostituire la guarnizione ma prima di fare questa operazione dovrete svuotare l’acqua dal radiatore.

Occorre chiudere la valvola di alimentazione, che porta l’acqua al termosifone, e anche il detentore, la valvola ricoperta di plastica che sta nella parte inferiore del radiatore. Poi, bisogna far uscire l’acqua contenuta all’interno del radiatore dalla piccola valvola di sfiato o spurgo, utilizzando un secchio o una bacinella per raccoglierla.

Potrà essere necessario sostituire la manopola termostatica del termosifone, quella che regola l’apertura e chiusura, oppure la guarnizione del detentore o della valvola di sfiato. Aiutatevi con una chiave inglese regolabile per svitare i dadi. Quindi procedete alla sostituzione delle guarnizione rovinate. L’acqua deve sempre rimanere chiusa mentre si svolgono queste operazioni. Al termine dell’operazione riaprite l’acqua per far riempire nuovamente il radiatore. Verificate che tutto sia funzionante e non ci siano più perdite.

Se invece l’acqua esce dal corpo del radiatore, perché usurato o arrugginito, prima di cambiarlo potete provare a chiudere la perdita con del silicone sigillante. Questa, però, è una misura temporanea che non potrà evitare dopo un certo tempo la sostituzione del radiatore.

In ogni caso, per ogni dubbio, rivolgetevi a un bravo idraulico, che saprà aiutarvi a risolvere ogni perdita d’acqua.

LEGGI ANCHE: COME VERNICIARE I TERMOSIFONI: CONSIGLI FACILI ED EFFICACI

[caption id="attachment_4686" align="alignnone" width="740"]perdite acqua termosifone Perdite d’acqua dal termosifone (Foto di Michael Tampakakis da Pixabay)[/caption]