Se vi state chiedendo come deve essere un regolamento di condominio e cosa deve contenere, di seguito vi forniamo tutte le informazioni necessarie.

Un regolamento di condominio deve prevedere delle caratteristiche e un contenuto ben preciso.

Scopriamo insieme cosa dice a tal proposito la normativa attualmente in vigore.

Regolamento di condominio: come deve essere secondo la legge

Regolamento di condominio: come deve essere e cosa contiene

Iniziamo col dire che un regolamento di condominio deve essere trascritto all’interno dei pubblici registri degli immobili.

Questo perché le persone che intendono acquistare un appartamento situato nello stabile devono poter sapere se il regolamento prevede limiti all’utilizzo dello stesso immobile.

Si tratta di un aspetto molto importante in quanto se, ad esempio, si ha l’intenzione di adibire l’appartamento a ufficio, solo in un secondo momento si potrebbe venire a conoscenza del fatto che il regolamento per quello stabile prevede il divieto di cambiare la destinazione di utilizzo dell’appartamento.

La trascrizione del regolamento di condominio, in particolare, è prevista nei casi in cui sono posti dei limiti all’uso dell’appartamento privato.

Leggi anche: AMMINISTRATORE CONDOMINIALE FURBETTO, QUALI PROVVEDIEMTNI PRENDERE

Tuttavia, l’approvazione di tali limiti può avvenire nel caso di consenso unanime da parte ciascun condomino. In caso contrario, infatti, la legge non contempla limitazioni della libertà di esercizio della proprietà individuale. Di conseguenza, soltanto nel caso in cui lo stesso proprietario dia il consenso a disporre dell”appartamento in maniera diversa, questi possono essere previsti.

In altre parole, possiamo dire che l’obiettivo di questo tipo di regolamento è solo quello di rendere pubblico i possibili proprietari degli eventuali vincoli presenti per un determinato immobile.

Leggi anche: AMMINISTRATORE CONDOMINIALE: COME E QUANTO VA PAGATO

Ad ogni modo, è importante sapere che attualmente la legge non prevede l’obbligo della trascrizione all’interno dei pubblici registri. Questa, infatti, non è imprescindibile per la sua conoscibilità o validità. Il regolamento in esame, infatti, presenta un valore contrattuale già nel momento in cui al momento è menzionato all’interno dell’atto di acquisto.

Regolamento di condominio: come deve essere e cosa contiene