Etichetta a semaforo contro il cancro: cos’è e come funziona. Cosa bisogna sapere.

Come valutare la qualità degli alimenti, il loro valore nutrizionale e perfino l’efficacia nella prevenzione del cancro? Con l’etichetta a semaforo che assegna ad ogni alimento un colore e un punteggio.

Si tratta di un sistema che ha fatto discutere, ma che è valido e ha basi scientifiche. Ecco di cosa si tratta.

LEGGI ANCHE: LA PERDITA DI PESO È UNA QUESTIONE DI ORMONI

Etichetta a semaforo contro il cancro: cos’è e come funziona

etichetta semaforo

Per misurare la qualità nutrizionale degli alimenti, in base alle sostanze che contengono, e valutare se sono salutari oppure dannosi per la salute è stato ideato il sistema di classificazione con l’etichetta a semaforo  Nutriscore.

L’etichetta si basa su una scala di cinque colori dal verde al rosso – proprio come un semaforo – a cui corrispondono cinque lettere dell’alfabeto: A-B-C-D-E.

Questo sistema di classificazione degli alimenti è stato ideato in Francia, dai ricercatori dell’Università di Parigi e dell’Istituto nazionale francese di salute e ricerca medica (Inserm).

La valutazione degli alimenti avviene analizzando il loro contenuto. Prendendo 100 grammi di prodotto si verifica il contenuto di sostanze nutritive salutari, come vitamine, fibre e sali minerali, e quello delle sostanze meno indicate per la salute, come zuccheri, sale e acidi grassi saturi. I risultati vengono elaborati con calcoli complessi e si giunge in questo modo a un punteggio finale che assegnerà all’alimento analizzato un colore e una lettera.

Si parte dalla lettera A abbinata al colore verde scuro, che vengono assegnati agli alimenti più salutari e dall’ottima qualità nutrizionale, si passa per lettere e colori intermedi, quindi si arriva alla lettera E e al colore rosso scuro, che indicano i cibi con scarso valore nutrizionale e che possono essere nocivi per la salute.

Efficacia del sistema Nutriscore nella prevenzione del cancro

Questo sistema di classificazione degli alimenti è stato giudicato attendibile dalla comunità scientifica internazionale, confermato da diversi studi pubblicati su prestigiose riviste.

L’etichetta a semaforo di Nutriscore, dunque, è un buon sistema per scegliere gli alimenti più salutari ed evitare o almeno ridurre il consumo di quelli a rischio obesità, diabete, malattie cardiache e anche cancro. Perché la cura dell’alimentazione è fondamentale nella prevenzione dei tumori.

Anche lo IARC – Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro ha valutato l’etichetta francese Nutriscore efficace nell’orientare i consumatori nelle scelte per un’alimentazione corretta. Gli studi hanno infatti dimostrato, ha dichiarato lo IARC, che le persone abituate a consumare alimenti con etichetta Nutriscore poco favorevole hanno maggiori rischi di contrarre il cancro.

Ora, la Commissione Europea deve decidere se utilizzare l’etichetta Nutriscore come obbligatoria in tutti gli alimenti commercializzati nell’Unione Europea.

LEGGI ANCHE: I BENEFICI PER L’ORGANISMO DI UN PICCOLO FRUTTO ROSSO

etichetta semaforo