Perché dormire senza mutande fa bene. Cosa bisogna sapere.

Marilyn Monroe andava a dormire indossando solo con due gocce di Chanel N°5. Forse voi non andate a dormire con il profumo ma probabilmente siete tra coloro che vanno a dormire nudi o senza mutande, detto più volgarmente.

Dovete sapere che avete fatto la scelta giusta. Perché andare a dormire senza indossare biancheria intima fa bene. Ecco perché.

LEGGI ANCHE: MEGLIO DORMIRE NUDI O VESTITI, COSA SVELA UNO STUDIO

Perché dormire senza mutande o nudi fa bene

dormire senza mutande

Secondo gli esperti di qualità del sonno e soprattutto di salute della pelle dovremo andare a dormire nudi o almeno senza mutande. Abiti e biancheria intima, infatti, costringono la nostra pelle e potrebbero ostacolarne la naturale traspirazione.

Naturalmente molto dipende da cosa indossiamo. Pigiami ampi e leggeri di cotone o di lino, ancora meglio le camicie da notte, sono freschi, lasciano respirare la pelle e non fanno sudare. Sotto, però, è consigliabile non indossare la biancheria intima che con i suoi elastici e soprattutto i tessuti misti come quelli sintetici, la lycra o i pizzi non aiuta i genitali a respirare.

Ecco perché se proprio non riusciamo a dormire nudi, è preferibile non indossare le mutande sotto il pigiama.

Invece, dormire nudi fa bene perché con la pelle scoperta il nostro corpo migliora l’autoregolazione della temperatura, che come sappiamo diminuisce durante la notte, favorendo il sonno. In questo la pelle non suda e rimane idratata. Cosa che è più difficile che accada quando si indossano pigiami pesanti, in fibre sintetiche, ma anche in seta o pizzo.

Se proprio non riuscite a fare a meno del pigiama, perché siete freddolosi o a disagio, sceglietene uno in fibre naturali: di cotone leggero o lino in estate e di cotone pesante o misto lana in inverno. In ogni caso, sempre meglio il cotone sulla pelle, anche per i pigiami più pesanti. Preferite i pigiami ampi e morbidi, senza elastici che stingono alle caviglie o ai polsi.

Se invece siete tra quelli che non indossano la biancheria intima o vanno a dormire direttamente nudi, ricordate di cambiare spesso le lenzuola. Il rischio, infatti, è quello di irritazioni alla pelle e ai genitali a causa degli acari del letto.

LEGGI ANCHE: OGNI QUANTO CAMBIARE LE LENZUOLA E PERCHÉ’: I CONSIGLI

dormire senza mutande