Benefici di una vitamina che ancora non conoscevamo: è possibile dimezzare il rischio di cancro. Le informazioni utili.

Un recente studio scientifico ha scoperto nuovi benefici della vitamina D che sarebbero in grado di ridurre fortemente se non dimezzare i rischi di cancro al colon nelle persone giovani, sotto i 50 anni di età.

Si tratta di una scoperta molto importante che conferma il ruolo fondamentale di questa vitamina per la nostra salute. Ecco cosa bisogna sapere.

LEGGI ANCHE: VITAMINA D E L’EFFETTO DANNOSO SULL’ORGANISMO, LA NUOVA SCOPERTA SCIENTIFICA

Benefici di una vitamina: riesce a dimezzare il rischio di cancro

vitamina d rischio cancro

Nell’ultimo anno si è parlato molto di vitamina D, in particolare per gli effetti benefici che avrebbe sulla prevenzione e cura del Covid. Naturalmente, questa vitamina non ha proprietà miracolose e per prevenire l’infezione da Coronavirus nulla è efficace come il vaccino. Tuttavia, la vitamina D può essere un valido aiuto. Va comunque assunta sotto controllo medico, perché in quantità eccessive può avere effetti dannosi per il nostro organismo.

Sappiamo, anche, che la vitamina D aiuta a rafforzare le ossa, inoltre svolge un’importante funzione di controllo dell’infiammazione e del sistema immunitario.

Ora, accanto a tutte queste proprietà, ne è stata scoperta un’altra fondamentale per la nostra salute, quella di prevenzione del tumore al colon nelle persone sotto i 50 anni di età.

La scoperta viene da uno studio condotto dalla prestigiosa Università di Harvard, negli Stati Uniti. I ricercatori, provenienti da tutto il mondo, hanno scoperto che la regolare assunzione di 300 UI di vitamina D al giorno nelle donne giovani riduceva del 50% il rischio di cancro al colon retto.

Lo studio ha riguardato 95mila donne si età compresa tra i 25 e i 42 anni, di cui sono stati incrociati i dati su assunzione di vitamina D e sviluppo di tumore al colon retto e polipi intestinali che possono diventare maligni. Dal confronto, gli studiosi hanno stabilito che le donne che assumevano maggiori quantità di vitamina D avevano meno rischi di sviluppare polipi e cancro al colon.

In particolare, l’assunzione di vitamina D che si è rivelata benefica è quella tramite l’alimentazione. Dunque, è consigliato il consumo di latte, formaggi, prodotti caseari, funghi, uova, salmone, tonno, sgombro, pesce spada, fegato di merluzzo. Tutte fonti alimentari di vitamina D.

Naturalmente, serviranno altri studi per confermare questi risultati. L’effetto di riduzione di rischio cancro della vitamina D, comunque, era già conosciuto e questo studio lo ha confermato.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Gastroenterology.

LEGGI ANCHE:  CARENZA DI VITAMINA D? ECCO TUTTO QUELLO CHE DOVRESTE SAPERE

vitamina d rischio cancro