Vi sarà capitato almeno una volta nella vita di domandarvi se siete daltonici, se soffrite di daltonismo o siete solo sensibili ai colori! 

Il daltonismo è un difetto visivo che altera la percezione delle sfumature diverse dei colori. Questo problema è dovuta dal danneggiamento dei coni della retina e la gravità della situazione dipende da ogni individuo che spesso trovandosi in questa situazione non sa di essere daltonico.

Esistono in natura vari modi per capire se si è daltonici, innanzitutto bisogna dire che una vista corretta prende il nome di tricromatismo, quando l’occhio vede vari tipi di colori contemporaneamente in maniera impeccabile senza sfuocature. Ecco le tre anomalie:

  • tritanomalia: una forma rara di daltonismo ed è dovuta alla sensibilità al colore blu dovuto a un anomalia dei coni corti;
  • protanomalia: disfunzione dei coni lunghi che sono sensibili alle sfumature di colore rosso;
  • deuteranomalia: coni medi che alterano la percezione del colore verde ed è la più diffusa tra le tre;
  • acromatopsia: cecità completa dei tre colori sopra elencati, dove l’individuo riesce a percepire solo colori dalle sfumature grigie.

LEGGI ANCHE:  Problemi agli occhi? I segnali per capire se avete bisogno degli occhiali!

Da cosa è dovuto il daltonismo e quali rischi si va incontro?

daltonismo

Innanzitutto bisogna dire che il daltonismo può essere ereditario, trasmesso dai geni dei propri genitori. Sebbene sia ereditario è il caso di mettere in conto altre patologie:

  • infiammazione al nervo ottico;
  • abuso di alcol;
  • patologia degenerativa della retina;
  • anemia falciforme;
  • glaucoma.

In se per se il daltonismo non provoca problemi fisici gravi, è solo uno ostacolo alla quotidiana percezione visiva, specialmente chi ogni giorno svolge un lavoro dove è importante riconoscere attentamente i vari colori come il farmacista, l’elettricista, il conducente dei treni o degli autobus, pilota aereo, il pompiere o il doganiere.

È importante comunicare la scuola se vostro figlio soffre di daltonismo in modo da prendere le dovute cure. Se preso in tempo non dovrebbe peggiorare negli anni a meno che non si soffra di una malattia o si assumono determinati farmaci che possano alterare maggiormente la percezione dei colori. Infine è possibile eseguire dei test in grado di rilevare se è daltonismo o altri disturbi oculari.

LEGGI ANCHE:  Oculista, ottico, optometrista, ortottista: tutti gli esperti di salute degli occhi

daltonismo