Gli acerrimi nemici delle dieta sono i grassi, di cui saturi visto che sono di provenienza animale.

È nocivi per l’organismo se accumulati grosse quantità, visto che favoriscono l’aumento di peso. I grassi sono dannosi per l’apparato cardiocircolatorio a causa dell’acido palmitico o l’acido miristico. Grazie a questa guida è possibile, mangiare e cucinare senza grassi, senza dover rinunciare al sapore. Bisogna distinguere però i grassi che vi fanno bene a quelli no. L’idea migliore è quella di dosare i grassi senza doverne per forza rinunciare, visto che sarebbe uno squilibrio dannoso per l’organismo e il metabolismo.

LEGGI ANCHE:  Quali sono i benefici che possono dare conseguendo una colazione sana?

Quali sono i benefici dei grassi e quali no?

grassi

Se non si integra l’apporto corretto di grassi, si può andare incontro a qualche squilibrio metabolico perché:

  • Le varie cellule del corpo sono ricoperte di grassi, in modo da far scorrere dalla membrana le varie sostanze sia in entrata che in uscita.
  • Alcuni grassi trasportano vitamine liposolubili tipo A,D,E e K.
  • I grassi sono fondamentali per le cellule, visto che riduco le varie molecole antinfiammatorie.
  • I grassi regolano anche varie sostanze come il cortisone e gli ormoni sessuali. L’ideale è quello di assumere il 30% delle calorie presenti in una dieta equilibrata di cui 12% sono grassi monoinsaturi, l’8% di quelli saturi e infine il 10% polinsaturi.
  • Di solito i grassi dannosi si trovano nei formaggi e negli insaccati, si consigli a sempre in questo caso di non eliminarli definitivamente, ma solo moderarne l’uso.
  • Quelli buoni invece si trovano sia nel pesce che nell’olio d’oliva e si utilizzano principalmente quando si soffre di diabete e colesterolo.

LEGGI ANCHE:  Mangiare una mela al giorno vi darà tanti benefici che non vi aspettavate!

5 modi per ridurli al minimo!

  1. Decidete bene quale carne mangiare: si sconsiglia di mangiare troppa carne nella dieta, anche se scelti quelli giusti, favoriranno alcune sostanze come il ferro. Optate per carni dal taglio magro, come quelle bianche tipo il pollo, il coniglio o il tacchino. Se non riuscite ad eliminarli prima della cottura, potete eliminarli nel piatto tagliando la parte interessata, altrimenti potrete farvi consigliare dal vostro macellaio di fiducia.
  2. Riducete alcuni latticini: alcuni formaggi favoriscono all’organismo alcune proteine come i sali minerali e proteine nobili, quindi optate per formaggi come la mozzarella, la ricotta, la crescenza o lo stracchino; rispetto a quelli stagionati o affumicati.
  3. Scansate le fritture: si consiglia di cucina al vapore, alla grigia o bolliti in acqua, così da ridurre maggiormente i vari grassi. Invece di utilizzare lo strutto o il burro in pentola, prediligendo oli come quello d’oliva o di semi. Questi oli consentono la giusta assunzione di vitamine liposolubili e svolgono ruoli fondamentali, cioè l’assunzione di vitamina E, sostanze antiossidanti, vitamine liposolubili e polifenoli. Se assunti crudi sulle varie pietanze, possono ridurre la produzione di radicali liberi e sostanze dannose.
  4. Dosate i vari condimenti: anche utilizzare troppi oli raffinati può essere dannoso per l’organismo, quindi invece di usare l’olio potete utilizzare dei dadi granulari alla carne, verdure o pollo, così da dare sapore senza dover rinunciare al gusto. Per insaporire le varie pietanze o insalate, potete scegliere innumerevoli erbe aromatiche, alcuni aromi o spezie orientali.
  5. Eliminate le varie merende o snack preconfezionati: invece di acquistare snack e merende dolciarie già preconfezionati, potete utilizzare frutta e verdura di stagione, tagliata a tocchetti. Fette di Pan bauletto con un sottile strato di marmellata senza zucchero con del miele. Ottime anche le macedonie miste, ricche di vitamine e fibre o dello yogurt magro con vari cereali integrali, così da favorire la regolarità del colon retto.

grassi