La cisti sebacea è un problema che colpisce i tessuti sottocutanei. Scopriamo quali sono i sintomi e i trattamenti più efficaci.

La cisti sebacea è un disturbo di natura benigna che si manifesta con l’insorgere di formazioni sottocute generate dall’accumulo di sebo.

Queste presentano al loro interno un materiale semi liquido che si compone di cellule morte e, sebo e cheratina. Le zone del corpo che possono essere colpite da questi fenomeno sono diversi, in particolar modo, le più colpite sono il cuoio capelluto, le ascelle o, ancora, l’inguine. Queste cisti, inoltre, possono insorgere a qualsiasi età.

Queste neoformazioni possono infiammarsi e dare origine ad una serie di sintomi, scopriamo quali.

Cisti sebacea: sintomi e rimedi

Cisti sebacea: come riconoscerla e trattarla

Quando queste formazioni cominciano ad infiammarsi i sintomi possono essere diversi e piuttosto fastidiosi, tra i vari ci possono esserci:

  • dolore;
  • gonfiore;
  • rossore.

Quando si verifica lo “scoppio” di queste cisti il liquido accumulatosi tende ad uscire ed è importante disinfettare accuratamente la zona per evitare infezioni.

Quando, invece, questa rottura non si verifica è necessario recarsi da un esperto in modo tale che possa valutare il trattamento più indicato.

Leggi anche: ACNE SULLA SCHIENA: CONSIGLI PER PREVENIRLA E CURARLA

Talvolta, infatti, è sufficiente applicare sulla zona interessata una crema antibiotica o anche l’ittiolo. Nei casi più complessi, invece, il medico può anche optare per l’esecuzione di un’incisione sulla cisti in modo tale da consentire al pus di fuoriuscire. In seguito, sarà eseguita una medicazione in modo tale da favorire la cicatrizzazione della zona.

Un altro rimedio, questa volta del tutto naturale, è  rappresentato sicuramente dall’aloe vera. Questa grazie alla sue proprietà antinfiammatorie è in grado di far regredire l’infiammazione. In questo caso, è sufficiente applicare il gel direttamente sulla zona colpita e lasciare agire, ripetendo il trattamento anche più volte al giorno, almeno per una settimana.

Leggi anche: DERMATITE ATOPICA: COS’E’, COME SI RICONOSCE E QUALI SONO I RIMEDI NATURALI

Ad ogni modo, quando lo stato infiammatorio sarà passato è importante programmare insieme al proprio medico l’intervento durante il quale asportare la cisti per evitare recidive.

Cisti sebacea: come riconoscerla e trattarla