Pulci di mare: cosa sono e cosa fare in caso di puntura

Le pulci di mare sono molto diffuse ma molto spesso non vengono notate per via delle loro dimensioni ridottissime e per il fatto che si trovano infossate a circa 30 cm sotto la sabbia. Anche se raramente possono pungere generando una serie di sintomi: scopriamo quali.

Le pulci di mare sono organismi di circa 1,5 cm, dal colore che varia dal grigio al marrone, al verde. In genere presentano degli occhi neri e il corpo più piatto di lato con arti anteriori e posteriori. Quest’ultimi sono utilizzati a mo’ di remi per poter sopravvivere all’acqua. Di solito, questi microrganismi escono fuori di notte per andare in cerca di cibo.

Essere punti dalle pulci di mare è davvero un evento raro, tuttavia, non è impossibile. Scopriamo quali sono i sintomi quando ciò accade.

Pulci di mare: cosa fare in caso di puntura

Pulci di mare: cosa sono e cosa fare in caso di puntura

Questi organismi sono dotati di un involucro spinoso, per questo possono provocare un forte fastidio in caso di puntura.

Leggi anche: COME ELIMINARE I PIDOCCHI: I METODI NATURALI PIU’ EFFICACI

Queste spine, infatti, tendono a restare impigliate nella cute e a causa dello strofinamento danno origine a un insistente prurito. Le zone che più facilmente colpite sono senz’altro le dita o le zone coperte dal costume dove queste pulci possono impigliarsi.

Solitamente, i microrganismi in esame tendono ad allontanarsi anche di molto dalla loro dimora, dato che sono dotate di uno spiccato senso dell’orientamento seguendo il Sole e la sua posizione.

Secondo gli esperti, infatti, le pulci di mare si spostano di frequente tra costa e litorale sabbioso dove in genere fissano le loro sedi. Non solo, stando ad alcuni studi, è emerso che quando questi organismi sono presenti, il segnale è che il mare è particolarmente pulito.

Leggi anche: CASA INFESTATA DALLE PULCI: COME INTERVENIRE, I CONSIGLI

Si tratta dunque di piccoli esserini assolutamente innocui che molto di rado vanno ad “importunare” l’essere umano se non accidentalmente. A parte un po’ di prurito, comunque, i sintomi tendono a scomparire una volta che si riesce ad estrare le piccole spine.

Pulci di mare: cosa sono e cosa fare in caso di puntura