Dieta a zona: come funziona e quali sono i cibi consigliati

La dieta a zona è oramai diventata una delle diete più famose.  A idearla è stato, l’americano Barry Sears, a capo dell’Inflammation Research Foundation, negli anni 90. Scopriamo in cosa consiste.

La dieta a zona nasce con l’obiettivo di dosare al meglio il cibo e la quantità in modo tale  da ottenere il benessere dell’organismo.

In particolare, questo piano alimentare si basa su 4 pilastri. Scopriamo insieme quali.

Dieta a zona: come funziona

Come accennato poc’anzi, la dieta a zona si basa su 4 pilastri che vi elenchiamo di seguito:

  • alimentazione;
  • attività fisica;
  • controllo dello stress;
  • integrare Omega 3.

In particolare, la dieta ideata da Barry Sears prevede la distribuzione corretta delle proteine durante il giorno. Di conseguenza, bisogna dapprima calcolare il fabbisogno di proteine relativo a ciascun individuo e dopo distribuirlo durante i pasti, in maniera equa.

In particolare, il pasto deve essere bilanciato seguendo tale schema:

  • 40 per cento di carboidrati;
  • 30 per cento di proteine;
  • 30 per cento di grassi.

Cos’ facendo, il risultato è un livello di zuccheri nel sangue bilanciato.

Leggi anche: DIMAGRIRE IL VISO: CONSIGLI E DIETA

In riferimento ai carboidrati, il via libera è per quelli a basso indice glicemico e, quindi, all’avena, mentre da evitare sono la pasta e il pane.

Per quanto riguarda le proteine, è consigliato assumere soltanto quelle magre e quindi carni bianche e pesce.

Si alla verdura e alla frutta. Da preferire è la frutta secca, l’uva, i datteri e, infine, i fichi.

Dieta a zona: come funziona e quali sono i cibi consigliati

Sono da evitare, quindi, i grassi saturi e quindi dolci, le bevande zuccherate e via dicendo.

La dieta in esame prevede 5 pasti al giorno. A colazione, si consiglia il consumo d yogurt insieme ad un po’ di frutta secca. Il pranzo ideale prevede:

  • verdure grigliate;
  • pesce alla griglia;
  • frutta.

A cena, invece, è possibile optare per del pollo alla griglia e delle verdure al forno e, infine, la frutta.

Leggi anche: LA DIETASEGRETA DI CRISTIANO RONALDO: COSA MANGIA IL CAMPIONE

Per quanto riguarda lo spuntino e la merenda, si può optare anche per del formaggio magro senza sforare lo schema relativo al bilanciamento dei macronutrienti.

Dieta a zona: come funziona e quali sono i cibi consigliati