maschio alfa

Quante volte guardano un film o un documentario in tv, si sia notato che i gorilla battono i pugni sul petto? Questo tipico gesto è ormai entrato a far parte dell’immaginario collettivo. I gorilla sono dei primati, appartenenti alla famiglia degli ominidi.

Essendo degli animali di grande stazza e forza, non è raro che incutano timore, anche essendo relativamente animali pacifici e tranquilli. Dotati di una notevole intelligenza, i gorilla, interagiscono tra loro con urli, grugniti e talvolta con il linguaggio del corpo ed espressioni facciali.

Secondo alcune ricerche sono in grado di imparare anche il linguaggio dei segni. Divenuti famosi grazie a film come King Kong, i gorilla, hanno ispirato vari personaggi del mondo cinematografico, letterario e videoludico, creando vere e proprie icone nell’immaginario popolare e nella cultura di massa.

LEGGI ANCHE:  Lucciole a rischio estinzione: come ripopolarle nel tuo giardino

Come funziona la loro gerarchia?

primate

I gorilla sono animali socievoli e vivono in gruppi familiari, generalmente formati dai 10 ai 30 esemplari. Sono in grado di instaurare dei forti legami tra i componenti del branco, utilizzando anche la pratica dell’adozione, curando e allevando cuccioli di altre femmine quando queste, purtroppo, muoiono. Questi gruppi sono capitanati solitamente, da un maschio silverback, cioè con la schiena d’argento.

Gli altri componenti del gruppo sono femmine, cuccioli e giovani adulti. L’autorità del capobranco viene costantemente messa in dubbio dagli altri maschi, che cercano di prendere il suo posto. I silverback per mantenere la loro posizione, devono dimostrarsi abbastanza forti da essere degni, emettendo suoni che possono viaggiare a lunga distanza avvertendo gli altri maschi del pericolo che incorrerebbero sfidandoli.

Per conoscere meglio la struttura gerarchica, le caratteristiche e le peculiarità dei gorilla è stata condotta una spedizione, in parte finanziata dalla National Geographic Society, proprio allo scopo di studiare questi incredibili animali e il motivo che li spinge a battersi il petto.

LEGGI ANCHE:  I pipistrelli sono pericolosi per l’uomo? La verità su questi animali

Come mai i gorilla si battono il petto?

foresta

Secondo le ricerche di Edward Wright, stimato esperto di primati presso il Max Planck Institute for Evolutionary Anthropology in Germania: battersi il petto con forza è un atto praticato per prevenire la violenza ed evitare lo scontro.

È raro che i gorilla ricorrano alla violenza, proprio grazie al gesto di battere i pugni sul petto. Questo metodo permette di comunicare con gli altri maschi, mettendo in mostra la propria forza.

Il suono prodotto, battendo i pugni, cambia a seconda della grandezza dell’animale: più l’esemplare è grande, più il rumore prodotto sarà forte e di frequenza più bassa.

Essendo dei primati dotati di grandi zanne ed arti possenti, sono in grado di procurarsi grossi danni in combattimento. Per cui cercano di evitare scontri inutili, misurandosi con altri esemplari. Anche le femmine sono interessate all’ascolto del suono, prodotto dal battersi il petto.

Grazie al suggestivo gesto, possono essere attirate dalla forza del maschio alfa, abbandonando il proprio gruppo in cerca di un compagno.

habitat