Finalmente è arrivata l’estate e con essa la voglia di una pelle ambrata o nera! Ma come avere un’abbronzatura perfetta e duratura nonostante i bagni in piscina e al mare? Bastano pochi passi.

L’abbronzatura è un piacere che raramente si rinuncia, se eseguiti i giusti accorgimenti senza esagerare, essa favorisce molti benefici.

L’importante è proteggersi in modo da non incorrere a spiacevoli scottature o malattie della pelle, dannosissime per il nostro corpo.

Grazie a questa guida potrete finalmente ottenere un abbronzatura a puntino senza sforzi, mantenendo comunque una pelle sana!

LEGGI ANCHE:  Primo sole: come preparare la pelle all’abbronzatura

Abbronzati nonostante i bagni al mare e in piscina

sole

Se si va in piscina il cloro è una sostanza fondamentale perché impedisce la proliferazioni di funghi, alghe e batteri, nemici giurati per la nostra pelle. La sua composizione chimica però secca notevolmente la pelle e durante i mesi d’estate svolge una funzione esfoliante per la pelle, eliminando a lungo andare i progressi fatti per ottenere questa benedetta abbronzatura.

Gli effetti dannosi del cloro sono i seguenti:
  • invecchiamento precoce della pelle: il cloro penetrando nella pelle, agisce seccando la cute, portando la formazione di rughe e linee d’espressione più marcate.
  • perdita della brillantezza dei capelli: il cloro elimina gli oli naturali presenti nei capelli. Proteggono la cute e se vengono eliminati possono causarne secchezza, capelli spenti, sfibrati e la perdita della loro lucentezza.
  • alterazione della flora batterica: se viene ingerita acqua con il cloro esso può distruggere le vitamine E e C. Esse proteggono l’organismo dalle nitrosamine, sostanze nocive e dannose per la salute.
  • Può essere fattore di rischio per alcuni tipi di cancro.

LEGGI ANCHE:  Come si fa una lampada solare: i consigli per un’abbronzatura perfetta

Consigli utili ed efficaci per un abbronzatura impeccabile!

oli abbronzanti

Ecco alcuni consigli per avere un colorito scuro più a lungo senza troppi sforzi:

  1. Asciugatevi al sole dopo ogni bagno. Infatti, i raggi del sole contrasteranno gli effetti del  cloro, rinfrescando la nostra abbronzatura.
  2. Utilizzare creme SPF e solari e oli waterproof: esse non si scioglieranno con l’esposizione all’acqua e vi proteggeranno contro il cloro e i raggi UV e UVA. Spalmatele spesso sulla pelle durante l’esposizione al sole, in modo da mantenere una pelle sempre idratata e protetta.
  3. Dopo una giornata in piscina o al mare cercate di farvi una bella doccia con acqua non troppo calda, in modo da non rimuovere l’abbronzatura ottenuta durante la giornata. Utilizzate anche detergenti neutri non troppo aggressivi ed evitate spugnette sfregando la pelle. Un valido prodotto è l’olio di germe di grano.
  4. L’assunzione di integratori alimentari, validi alleati per l’abbronzatura, aiuta infatti a rigenerare la pelle prima dell’esposizione al sole mantenendo il colorito estivo più a lungo.
  5. Se vi esporrete ai raggi del sole in maniera corretta, il vostro organismo vi ringrazierà stimolando la produzione di vitamina D, ottima per la prevenzione di osteoporosi, aiuta a guarire dalla psoriasi ed è un valido alleato per le ossa.
  6. Aggiungete alla protezione solare, qualche goccia di auto-abbronzante o al ritorno a casa, mischiatela alla vostra crema idratante abituale.

mare e piscina