intolleranza alimentare e allergia

Spesso si crea molta confusione tra gli effetti di un’intolleranza alimentare e di un’allergia: ma quali sono le differenze tra le due? 

Il problema delle ipersensibilità alimentari è ancora molto sottovalutato nel mondo, considerato che, secondo delle recenti stime circa il 25% della popolazione mondiale ne ha almeno una. 

Nel campo c’è comunque sempre molta confusione: spesso i pazienti credono di avere un’allergia a qualche cibo, quando, invece, si tratta di un’intolleranza. Ma quale differenza c’è tra le due e perchè non sono la stessa cosa? 

Oggi gli esperti rispondono mandando via ogni dubbio in merito.

Che differenza c’è tra intolleranza alimentare e allergia?

intolleranza alimentare e allergia

Spesso confuse o scambiate per sinonimi dello stesso fastidio, le ipersensibilità alimentari più diffuse non sono mai così pericolose: si stima che quelle che possono rappresentare un reale pericolo per la salute sono circa lo 0,06% del totale.


LEGGI ANCHE: Allergia al polline: quali alimenti non si devono consumare


Chi soffre di un’allergia ha una reazione immediata con la sostanza ingerita: dal punto di vista biochimico essa implica l’intervento dell’IgE – ossia una classe di anticorpi – e dei mastociti. In questo modo diventa anche più facilmente rilevabile nei test clinici.

E le intolleranze?

Avere un’intolleranza alimentare, al contrario di quanto trattato prima, non significa soffrire di una patologia ma detenere un fattore che potrebbe rappresentare di per sè un ostacolo alla risoluzione di altri fastidi o patologie presenti. 


LEGGI ANCHE: Intolleranza al lattosio: ecco come curarla


A differenza delle prime, queste insorgono anche dopo ore dall’ingerimento della sostanza incriminata e potrebbe anche ripetersi per più giorni consecutivi.

Se un’intolleranza non presenza gravi sintomi non sarà neanche tanto necessario curarla: al contrario, ci sarà bisogno di un trattamnto qualora dovessero insorgere fastidi come un eczema, una colite o addirittura attacchi di emicrania e spossatezza fisica. 

intolleranza alimentare e allergia