Finalmente potrete conservare al meglio il basilico, in modo da non rimanerne mai sprovvisti! Certo che conservare e congelare il basilico, non potrà mai avere lo stesso sapore di quello fresco, ma farà lo stesso lavoro e darà ugualmente sapore e profumo alle pietanze.

Il primo consiglio riguarda il momento della raccolta: fatelo durante le prime ore dell’alba, perché sarà più fresco e profumato. Le foglie di basilico devono essere estratte dall’alto verso il basso in modo da avere foglie fresche e piene fino a 3 settimane.

Se lo si vuole sempre fresco, è possibile acquistare nei supermercati o nelle serre i semi di basilico, in modo da averlo sempre a disposizione.

Grazie a questa guida, potrete finalmente scoprire come conservare il basilico e i suoi molteplici utilizzi.

LEGGI ANCHE:  Luca, i segreti del pesto secondo la Pixar: la ricetta di Giulia!

Modi per conservare al meglio il basilico!

aromatica

Buste di plastica ermetiche: grazie ad esse riuscirete a mantenerne la freschezza per un po di tempo.

Vaso di vetro: mettete a mollo i fusti del basilico con tutte le radici, in modo da averlo sempre sano e rigoglioso. L’importante è che l’acqua vada cambiata ogni 2 o 3 giorni.

Carta assorbente: avvolgete i gambi e riponete l’erba aromatica nella parte meno fredda del frigorifero, la parte riservata alle verdure.

Carta stagnola: lavate accuratamente le foglie sotto l’acqua corrente e lasciandole asciugare su un canovaccio. Tagliate a strisce rettangolari la carta e posizionate le foglie su di essa. Arrotolate le strisce e a ogni giro posizionate delle foglie di basilico, fin quando le strisce di carta non terminano. Infine sigillate il basilico. Inserendolo in una busta termica e depositate il pacchetto nel freezer, in modo che quando verranno riutilizzate, avrete delle foglie intatte!

Contenitori sotto vuoto: lavate e asciugate le foglie in un canovaccio. Depositate le foglie in un contenitore sotto vuoto, depositando le foglie una sopra l’altra.

LEGGI ANCHE:  Come coltivare le piante aromatiche in casa: dal basilico alla salvia

Altri modi per utilizzare al meglio l’erba aromatica!

vaso

Base simile al pesto: in un frullatore disponete le foglie, l’olio extra-vergine e il sale. Una volta ottenuta una purea omogenea, disponete il composto in contenitori per il ghiaccio in modo da ottenere piccoli cubi di pura bontà! Potrete aggiungere il restante degli ingredienti, se nel caso vorreste preparare del pesto fatto in casa.

Conservazione sott’olio: solito procedimento di pulitura e asciugatura, disponete le foglie in un contenitore salando le foglie leggermente e coprendo di olio fino al bordo. In questo modo potrete conservarlo per un paio di mesi.

Conservazione sotto sale: munitevi di un contenitore in ceramica e depositate una manciata generosa di sale nel fondo. Dopo aver pulito e lavato le foglie, a ogni strato di basilico, cospargete un pugno di sale fino ad ottenere vari starti. Infine schiacciate leggermente le foglie, facendo lievemente pressione grazie all’apposito coperchio del contenitore in ceramica e agitate leggermente in modo che il sale si diffonda su tutte le foglie.

Essicazione: dopo aver lavato e asciugato accuratamente il basilico (in modo da non ritrovarvi le foglie ammuffite), raggruppate le foglie in vari mazzi, disponeteli in una stanza arieggiata mediante dei ganci per appenderli. dopo due settimane avrete il vostro basilico essiccato al punto giusto e potrete sbriciolarlo disponendolo in un porta spezie.

crema