Disdire volo Ryanair: ecco in quali casi si ha diritto al rimborso

Disdire un volo può essere una pratica non priva di difficoltà. Spesso, infatti, può capitare che, per una sopravvenuta impossibilità di partire, si debba annullare la partenza. In questo caso, scopriremo come fare a disdire un volo Ryanair senza particolari problemi.

Ryanair è una compagnia irlandese che si distingue per la vantaggiosità dei biglietti disponibili a prezzi molto competitivi. Questo permette a molte persone di viaggiare senza spendere cifre esorbitanti. Tuttavia, spesso, può esserci la necessità di disdire il biglietto per sopravvenute impossibilità.

Di seguito, vi forniamo tutte le informazioni necessarie relative alla procedura di disdetta del volo.

Disdire volo Ryanair: in quali casi è possibile

Disdire volo Ryanair: ecco in quali casi si ha diritto al rimborso

Iniziamo con un riferimento all’attuale situazione generata dalla pandemia da covid 19. In questo caso, va detto che la compagnia rimborsa tutti i voli annullati per via del lockdown. In questo caso, le possibilità di rimborso possono avvenire tramite voucher spendibile per l’acquisto di altri biglietti o in denaro.

Leggi anche: VIAGGI IN AEREO IN EUROPA: LE NUOVE REGOLE SANITARIE

A parte questa circostanza, bisogna dire che la compagnia in esame non prevede la possibilità di rimborso del costo del biglietto nel caso di impossibilità a partire del cliente se non in questi casi:

  • impedimenti esterni quale può essere un incidente in autostrada che non consente alla persona di recarsi tempestivamente in aeroporto;
  • malattie gravi che non consentono di imbarcarsi su un aereo;
  • lutto;
  • morte passeggero.

In quest’ultimo caso, il rimborso può essere richiesto da un parente. In tutti gli altri casi, comunque, Ryanair prevede solo la possibilità di modificare i dati relativi al biglietto e quindi la data di partenza o di ritorno.

Ciò è possibile farlo contattando la compagnia telefonicamente ai numeri forniti dalla stessa o anche online accedendo al sito. In questo caso, saranno necessarie le vostre credenziali e il numero di volo. E’ possibile che la compagnia applichi dei costi aggiuntivi nel caso in cui si sia scelto un volo che presenta dei costi maggiori rispetto a quello precedente.

Ad ogni modo, ci sono dei casi in cui è prevista la possibilità di ricevere il rimborso da parte della compagnia, ossia:

  • cancellazione del volo;
  • ritardo superiore a 3 ore.

In questo caso, il passeggero può avanzare la richiesta di rimborso scaricando il modulo on line.

Leggi anche: IN AEREO CON I BAMBINI: CONSIGLI PER UN VIAGGIO SERENO

Per finire, va precisato che nel caso in cui il passeggero abbia stipulato un’assicurazione di viaggio, il rimborso è possibile in ogni caso e senza costi aggiuntivi.

Disdire volo Ryanair: ecco in quali casi si ha diritto al rimborso