Molto spesso capita che dopo un lavaggio con candeggina il bucato bianco possa uscire ingiallito: con questi metodi è possibile rigenerare i capi ingialliti! 

Non sempre la candeggina riesce a sbiancare i capi trattati: anzi, molto spesso li danneggia ulteriormente. Questo prodotto, infatti, oltre ad essere altamente inquinante tende a rovinre le fibre dei tessuti e a ingiallirli. 

Queste macchie gialle, inoltre, risulteranno particolarmente ostiche e difficili da rimuovere perchè risultano da un processo di decolorazione e, dunque, non sono per nulla macchie di sporco.

Tuttavia, ci sono dei rimedi naturali con i quali i vostri capi torneranno come nuovi e le macchie andranno via.

Rigenerare i capi ingialliti dalla candeggina: i migliori rimedi naturali

Rigenerare i capi ingialliti

Se i vostri capi sono ingialliti dopo un lavaggio in lavatrice con la candeggina non disperate: ci sono dei rimedi che possono eliminare le macchie di decolorazione e renderli come nuovi. 

Rigenerare i capi ingialliti non è facile ma con alcuni rimedi casalinghi e naturali i vostri capi ritorneranno al candore originale. Scopriamoli insieme!

Aceto e bicarbonato

Aceto e bicabonato hanno proprietà sbiancanti: combinate tra di loro riescono a creare un mix efficace per rimuovere queste macchie ostiche e sbiancare i tessuti. Per creare questa portentosa combinazione vi occorreranno:

  • 150ml di aceto bianco
  • 100g di bicarbonato di sodio

LEGGI ANCHE: Sale grosso: come usarlo efficacemente per il bucato


Una volta amalgamati per bene gli ingredienti dovranno essere versati in una bacinella colma di acqua bollente. I capi rovinati andranno immersi in questa miscela bollente e lasciati in ammollo per qualche ora.

Sale e limone

La combinazione di questi due ingredienti presenti in tutte le cucine è in grado di smacchiare anche le macchie più ostiche. Quello che dovrete fare sarà mescolare in una pentola il succo di un limone per ogni litro d’acqua utilizzata e aggiungervi 2 cucchiai di sale grosso.


LEGGI ANCHE: Bucato neonato: consigli utili su come igienizzarlo


La pentola con questo liquido, poi, andrà messa sui fornelli e lasciata bollire per cinque minuti. Scaduto il tempo andrà spenta la fiamma e gli indumenti danneggiati andranno inseriti al suo interno e lasciati in ammollo per qualche ora, fino ad un massimo di un giorno intero. 

Acqua ossigenata

L’acqua ossigenata, anche se non propriamente naturale e casalingo, è comunque un ottimo rimedio per sbiancare il bucato danneggiato. Combinata con il succo di limone dà vita a una soluzione davvero miracolosa in grado di rimuovere anche il danno più difficile da sconfiggere.

Vi serviranno, dunque, 250ml di acqua ossigenata e 150ml di succo di limone: il tutto andrà aggiunto ad una bacinella piena di acqua calda. L’indumento danneggiato andrà infine immerso all’interno di questa soluzione e lasciato in ammollo per circa un’ora.

Rigenerare i capi ingialliti