Denti del giudizio: a cosa servono e quando vanno estratti

I denti del giudizio spuntano più tardi rispetto agli altri denti da qui il nome. Scopriamo qual è la loro funzione e quando è necessario estrarli

denti del giudizio sono gli ultimi molari e in tutto se ne contano 4. Essi compaiono generalmente intorno ai 18 anni fino ai 25.

Con la loro comparsa, si può dire completato il processo di dentizione. In genere, ciascun dente occupa la parte più interna e ultima di ogni semiarcata. Scopriamo qual è la loro funziona e quando vanno estratti.

Denti del giudizio: qual è la loro funzione e quando vanno rimossi

Molte persone oramai sono a conoscenza del fatto che i denti in esame sono essenzialmente inutile o almeno al giorno d’oggi lo è.

Questo perchè, milioni di anni fa, invece, erano indispensabili per poter alimentarsi dal momento che la dieta degli uomini primitivi era composto fondamentalmente da carni crude molto dure da masticare.

Nell’era moderna, l’alimentazione è decisamente meno impegnativa. I cibi, infatti, non richiedono una masticazione eccessivamente energica, comportando un’evoluzione della mandibola.

In particolare, le mascelle risultano più piccole rispetto al passato e questo va ad influire sullo sviluppo dei denti del giudizio che molto spesso, infatti, crescono male.

A tal proposito, ci sono casi in cui questi vanno necessariamente estratti. Ovviamente, va sottolineato che è importantissima eseguire una corretta pulizia dentale per evitare di procurarsi delle carie.

Leggi anche: LAVARE I DENTI CON UN METODO NATURALE ED EFFICACE

Denti del giudizio: a cosa servono e quando vanno estratti

In questo caso, ad esempio, non è consigliato curarle dal momento che si tratta di denti pressoché inutili come abbiamo detto poc’anzi.

Ci sono volte in cui questi denti possono crescere più di quattro. Tale circostanza prende il nome di iperdonzia, di conseguenza, l’estrazione diventa l’unica strada percorribile.

In altri casi, può capitare che siano colpiti da cisti o granulomi dentali o che crescano in orizzontale.

Questo tipo di sviluppo, infatti, rende molto difficile la pulizia dei residui di cibo favorendo il proliferare di batteri responsabili di carie e pulpiti.

Leggi anche: LE CARIE: COME VIENE, COME AVANZA E COME CURARLA

Denti del giudizio: a cosa servono e quando vanno estratti