Bistecca fiorentina: come cucinarla alla perfezione

La bistecca alla fiorentina per essere cucinata alla perfezione richiede l’adozione di alcuni accorgimenti ben precisi. Scopriamo quali sono

La fiorentina è uno dei piatti più amati e conosciute della tradizione culinaria toscana. Per essere gustata la meglio, bisogna conoscere i segreti che si nascono dietro la sua cottura.

Di seguito, stiamo per svelarveli uno ad uno.

Cucinare bistecca fiorentina

Bistecca fiorentina: come cucinarla alla perfezione

Iniziamo col dire che il taglio ideale per cucinare un’ottima bistecca fiorentina è la lombata di vitellone. Ricordate, inoltre, che una fiorentina che si rispetti deve avere l’osso a forma di T e uno spessore compreso tra i 3 ed i 5 cm.

Molto importante per preparare il piatto che desiderate, è sincerarsi che la carne abbia subito il processo di frollatura che consiste in una sorta di stagionatura della carne.

Questa, infatti, è conservata all’interno di una cella frigorifera per una decina di giorni e, in alcuni casi, anche per più di un mese. In questo modo, si consente alla carne di diventare più morbida e saporita.

Tipi di cottura

Veniamo ora alla cottura vera e propria. La carne deve essere tirata fuori dal frigo almeno 4 ore prima di cucinarla. Fatto ciò, prendete della carta assorbente e tamponate la carne così da levare via l’umidità. Dopodichè, eseguite dei massaggi delicati con un po’ d’olio evo su ogni lato.

Leggi anche: COME MARINARE LA CARNE D’AGNELLO PRIMA DI FARLO

Se decidete di cuocerla in padella, iniziate con il portare quest’ultima alla temperatura più alta. La cottura deve essere molto veloce ed aggirarsi intorno ai 5 ai 6 minuti, per ogni lato.

Ricordate di non muovere la carne durante la cottura ma soltanto quando dovete cambiare lato, operazione che va eseguita solo una volta.

Fatto ciò, disponete la bistecca verticalmente con l’osso rivolto verso la padella. Questo processo dovrà durare per circa 5 minuti così da rendere la cottura il più uniforme possibile.

Nel caso della cottura alla griglia, procedete con la cottura solo quando le fiamme saranno cessate e va eseguita tenendo conto dei consigli forniti poc’anzi per la cottura in padella.

In ogni caso, dopo aver concluso la cottura lasciate riposare, per circa 5 minuti, la fiorentina avvolta all’interno della carta di alluminio per consentire ai succhi della carne di distribuirsi al meglio.

Leggi anche: COME SI SCONGELA LA CARNE: CONSIGLI UTILI

Il risultato finale dovrà essere una superficie croccante fuori e l’interno tenero e rosato.

Bistecca fiorentina: come cucinarla alla perfezione