Ostriche: proprietà e benefici

Le ostriche presentano una serie molto vasta di benefici. Scopriamo insieme quali sono e come possono essere consumate senza incorrere in rischi per la salute.

Le ostriche sono un alimento prelibato che si trovano, nella maggior parte dei casi in prossimità di zone costiere e di lagune.

La loro presenza, inoltre, è molto importante dal momento che svolgono una sorta di purificazione delle acque e dell’intero ecosistema.

Scopriamo insieme tutti i benefici delle ostriche e come consumarle al meglio senza correre rischi per la nostra salute.

Tutti i benefici delle ostriche

Le ostriche sono dei molluschi ricchi di sostanze nutritive. In primis, si tratta di un alimento ricco di Acidi grassi omega-3 molto importanti per il corretto funzionamento del sistema cardiovascolare e, quindi, particolarmente indicati nella prevenzione di malattie dell’apparato cardiovascolare.

Oltre a ciò, questo alimento si distingue per essere ricco di zinco che stimola un corretto funzionamento del sistema immunitario oltre che una pelle più sana.

Questi molluschi, infine, sono ricchi di ferro che aiuta a prevenire l’anemia.

Come mangiare le ostriche: tutto quello che c’ è da sapere

Questi molluschi sono consumati nella maggioranza dei casi crudi, di conseguenza, è importante riuscire ad individuare la loro freschezza valutando una serie di fattori. In primo luogo il peso: quando questo, infatti, è troppo basso, significa che contengono poco liquido e, dunque, sono oramai morte.

Leggi anche: COME SI USANO LE POSATE PER IL PESCE E I CROSTACEI 

Per valutare la freschezza delle ostriche, tra l’altro, è importantissimo anche l’odore. Questi molluschi, infatti, devono odorare essenzialmente.  se è chiusa bene e se il guscio.

Mangiare le ostriche: proprietà e benefici

Consumarle correttamente è molto semplice. Basta munirsi di un coltellino inserendone la punta all’interno del guscio. Fatto ciò, cercate di eseguire un po’ di pressione fino a quando il mollusco risulti staccato dalla conchiglia.

Prima di consumarle crude, è importante eliminare l’acqua presente in eccesso e collocatele per 2, 3 minuti sul ghiaccio così da portarle intorno ai 4 gradi. Fatto ciò, gustatele bevendo dapprima il liquido presente al loro interno e dopo passate l’ostrica in sè.

Se, invece, volete consumarle cotte, fate attenzione a tempi di cottura eccessivamente lunghi che potrebbero inficiarne il sapore. Ad ogni modo, le ostriche possono essere mangiate in vari modi tra cui:

  • vapore;
  • fritte;
  • gratinate;
  • arrosto.

Leggi anche: COME RICONOSCERE IL PESCE FRESCO: 6 UTILI CONSIGLI

Al di là della cottura scelta, bisogna sempre pulire l’esterno del guscio aiutandosi con una spazzola sotto il getto d’acqua coì da eliminare i residui di sporco.

Mangiare le ostriche: proprietà e benefici