Gelsomino: ecco come distinguere il vero dal falso

Il gelsomino è una pianta che regala delle fioriture davvero belle e profumate, tuttavia, bisogna fare attenzione a distinguere il vero gelsomino da quello falso, ecco come.

Molto spesso la pianta di gelsomino viene scambiata con quella finta. Il primo, infatti, appartiene al genere Jasminum, il secondo al genere Trachelospermum.

Come distinguere il vero gelsomino da quello falso

L’importanza di distinguere queste due specie riguarda il fatto che, molto spesso, i fiori sono utilizzati per il trattamento di alcuni disturbi della salute e in particolare come:

  • antireumatici;
  • analgesici;
  • emmenagoghi.

La varietà appartenente al genere Trachelospermum, infatti, presenta elevate quantità di alcaloidi e, quindi, può nuocere alla salute poiché le predette sostanze possono essere assorbite dalla cute.

Anche se sembrano simili, osservandole con più attenzione è possibile captarne le differenze.

Il falso gelsomino, ad esempio, si presenta come una girandola, con i fiori che ruotano intorno all’asse.

Gelsomino: ecco come distinguere il vero dal falso

Quello vero, invece, presenta dei petali che si sviluppano come a formare una stella.

Per quanto riguarda le foglie, invece, anche queste sono molto diverse nelle due specie.

Leggi anche: COLTIVARE PEONIE: LE CURE NECESSARIE PER UNA CRESCITA RIGOGLIOSA

Nel caso del finto gelsomino, di fatti, sono più dure e grandi mentre nel genere Jasminum tendono a cadere più facilmente e si presentano di colore delicato.

Un altro fattore da prendere in considerazione è il profumo. Nel caso della varietà finta, infatti, è più intenso e mellifluo, mentre il vero gelsomino presenta un profumo più delicato.

In riferimento alla fioritura, invece, nel genere Trachelospermum  avviene tra maggio e giugno, nel Jasminum durante i mesi estivi.

Leggi anche: COLTIVARE GERMOGLI DI SOIA IN CASA: LA GUIDA PASSO PASSO

In altre parole, queste due varietà presentano delle differenze ben precise. Queste, con la dovuta attenzione, possono essere individuate in maniera molto semplice, evitando di incorrere nell’errore e piantare l’essenza sbagliata. Così facendo, infatti, si eviterà di correre rischi per la propria salute nel caso in cui decidete di utilizzarlo come rimedio naturale.

Gelsomino: ecco come distinguere il vero dal falso