Coltivare germogli di soia

I germogli di soia sono semi germogliati di soia verde, ricchissimi dal punto di vista nutrizionale, molto gustosi e facili da coltivare.

Dopo aver spiegato cosa sono i germogli di soia e averne spiegato le proprietà nutrizionali (che superano di gran lunga quelli dei semi e della pianta) ed i benefici per la salute, scopriamo come coltivarli in casa.

Si tratta di una modalità semplice ed economica per avere sempre a portata di mano questo “integratore naturale”, ingrediente perfetto per insalate e ricette.

LEGGI ANCHE: GERMOGLI DI SOIA: COSA SONO E PERCHE’ OTTIMI NELLA DIETA

Come coltivare i germogli di soia in casa

Coltivare germogli: serve un barattolo di vetro

Come abbiamo spiegato il germoglio di un seme, se commestibile, può essere consumato sia crudo che cotto.

Per coltivarli è possibile acquistare kit già pronti o attrezzarsi da soli.

Per farli in casa occorre:

  • un vaso in vetro, anche un barattolo a bocca grande va bene
  • un coperchio forato, vanno bene retine di plastica, tele, garze o calze di nylon
  • un elastico o un cordoncino
  • semi, ossia fagioli di soia possibilmente provenienti da coltivazione biologica

LEGGI ANCHE: COME COLTIVARE IL MANGO: DAL SEME ALLA PIANTA

La procedura passo passo per coltivarli

germogli da coltivare

I passi da seguire per coltivare i germogli di soia e non solo sono:

  • prendere il barattolo e riempirlo di semi per circa 1/4 della sua capienza
  • coprire i semi con acqua a temperatura ambiente fino all’orlo del vaso
  • chiudere il vaso con il coperchio forato fatto ad esempio di garza (per garantire la giusta areazione)
  • conservare il vaso in un luogo caldo lontano dalla luce
  • dopo circa 10 ore sciacquare i semi e cambiare l’acqua, ma questa volta l’acqua non va mantenuta nel barattolo ma scolata
  • ripetere l’operazione di sciacquare i semi 2 volte al giorno per 3 giorni almeno
  • il 4° giorno (o il 5° a seconda delle condizioni) i germogli sono pronti ed hanno una lunghezza di almeno 4 cm
  • vanno sciacquati e sistemati su una tela di cotone asciutta e quindi pronti per essere consumati.

Trucchi:

  • attenzione alla muffa, occorre garantire sempre una buona areazione
  • per favorire lo scolo dell’acqua si può mettere il barattolo in un contenitore con la testa rivolta verso il basso
  • esporli alla luce favorisce la produzione di clorofilla
  • una volta pronti si possono conservare in frigo per circa una settimana.

Se si vuole invece usare un kit, una germogliatrice, è possibile acquistarli in negozio o  online.

L’attività di coltivare i germogli in casa può essere anche un utile passatempo per i bambini con la quale scopriranno l’incredibile processo di nascita delle piante dal seme e si può fare non solo con la soia.