La pittura lavagna: pochi consigli pratici
La pittura lavagna: pochi consigli pratici

La pittura lavagna è uno dei trend più in voga tra gli amanti del bricolage: ecco alcuni consigli pratici per realizzarla.

La pittura lavagna è una vernice decorativa utilizzata soprattutto per pareti con lo scopo di creare una superficie simile alla lavagna presente nelle scuole, sulla quale poter scrivere liberamente.


LEGGI ANCHE: I 5 suggerimenti per mettere un tassello nel muro alla perfezione


Divertente da decorare in ogni modo con i gessetti colorati, questo tipo di vernice si presta a tantissime personalizzazioni e decorazioni. Scopriamo come realizzarla.

Pittura lavagna: consigli pratici per realizzarla fai da te

La pittura lavagna: pochi consigli pratici
La pittura lavagna: pochi consigli pratici

Per realizzare una pittura lavagna e dare sfogo alla creatività, la prima cosa da procurarsi è una parete molto liscia e levigata. In questo modo, la personalizzazione sarà più agevolata e le linee che traccerete non saranno ostacolate da nulla.

Tutto ciò che vi occorrerà sarà:

  • Pittura lavagna, il cui costo si aggira sui 30 euro al chilo
  • Rullo e pennelli per stendere il colore
  • Contenitore per la pittura
  • Carta vetrata
  • Teli per coprire il pavimento

Una volta preparato tutto l’occorrente bisognerà levigare per bene la superficie con l’ausilio della carta vetrata: una volta compiuta questa operazione sarà necessario rimuovere tutta la polvere con estrema cura.


LEGGI ANCHE: Come fare un buco nel muro: consigli e trucchi per non sporcare


Successivamente sarà arrivato il momento di stendere la vernice che andrà applicata con estrema cura prima con un rullo di spugna, e poi con un pennello che andrà a rifinire gli angoli e tutti i dettagli di precisione.

La copertura ideale richiederà, ovviamente, più di una mano di pittura: ne saranno necessarie almeno 2 o 3 e ognuna di esse andrà fatta asciugare per almeno tre ore prima di passare a quella successiva.

Prima di scrivere con il gesso sarà necessario che la pittura indurisca e quindi non bisognerà toccarla per ameno due o tre giorni. 

Come pulire le scritte?

Ma dopo aver creato questo muro così particolare, e averlo imbrattato con i gessetti preferiti dei vostri bambini, come pulirlo? Per questa operazione non è necessario il solo tradizionale cancellino ma avrete bisogno anche di altre tecniche.

La tecnica di pulizia più efficace, infatti, prevede in primis il lavaggio con un panno morbido bagnato con della semplice acqua pulita e ben strizzato. Il muro, una volta lavato in questo modo, andrà lasciato asciugare per bene.

[caption id="attachment_7809" align="alignnone" width="740"]La pittura lavagna: pochi consigli pratici La pittura lavagna: pochi consigli pratici[/caption]