Il tuo patrimonio se ne va con la spesa, cosa sta succedendo nei supermercati

Sabrina

Influencer - Esperti

Quello che sta succedendo nei supermercati mette in serio rischio il tuo patrimonio: ecco cosa sta accadendo e perchè devi fare molta attenzione.

Il conflitto in Ucraina ha generato una serie di conseguenze. Tra le varie, la più evidente è sicuramente quella legata all’aumento dei prezzi. Questo peraltro non riguarda soltanto le materie energetiche ma anche i beni alimentari. Quello a cui si sta assistendo, difatti, ha davvero dell’incredibile e potrebbe mettere in serio rischio il tuo patrimonio.

Il tuo patrimonio se ne va con la spesa, cosa sta succedendo nei supermercati

In questo articolo vi spieghiamo nel dettaglio cosa sta succedendo nei supermercati e perchè bisogna fare molta attenzione se non si vuole dire addio a tutti i propri risparmi quando ti rechi a fare al spesa.

Spesa: ecco come mette a rischio il tuo patrimonio

Il tuo patrimonio se ne va con la spesa, cosa sta succedendo nei supermercati

La Coldiretti ha lanciato l’allarme ponendo l’accento su quelli che saranno i nuovi aumenti che faranno registrare prezzi da record. Tali aumenti riguarderanno un po’ tutti i prodotti alimentari con tutte le conseguenze del caso sulle tasche dei cittadini. In particolare,  quello che sta facendo registrare il rialzo maggiore è sicuramente l’olio di semi con il +63 per cento  ma non sono da meno anche il pane con oltre il 13 per cento in più  e il burro con un aumento del + 34 per cento.

Nel settore agricolo, la situazione non è migliore dal momento che l’aumento dei costi è stato registrato ad un + 170 per cento nel caso dei concimi mentre per i mangimi al + 90 per cento. Gli allevatori stanno affrontando un’impennata di costi che in molti casi sta portando alla chiusura di migliaia di stalle.

Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti, ha auspicato un intervento efficace volto a contenere il caro energia. L’obiettivo, difatti, deve essere quello di evitare che aziende chiudano i battenti con conseguenze inimmaginabili per l’economia nazionale. In particolare tra le misure a cui dovrà puntare il nuovo governo dopo il voto del 25 settembre ci sono specifici accordi tra imprese industriali ed agricole cercando di mantenere i prezzi equi. Non resta dunque che sperare che l’allarme della Coldiretti spinga chi di dovere ad adottare le dovute misure se non altro per evitare che le famiglie italiane e le imprese siano definitivamente messe in ginocchio dal boom dei prezzi.

Impostazioni privacy