Assegno unico, cresce l’importo con l’anno nuovo senza fare domanda all’INPS

Assegno unico, cresce l’importo con l’anno nuovo senza fare domanda all’INPS. Ecco cosa cambierà nel 2023

Moltissime famiglie quest’anno hanno potuto beneficiare dell’assegno unico, misura destinata a nuclei familiari con a carico figli minorenni o maggiorenni al di sotto del 21esimo anno d’età. Questo incentivo ha “sostituito” e incorporato buona parte delle misure che in precedenza erano state destinate alle famiglie. Sino ad ora oltre 9 milioni di richieste sono arrivate ai canali dell’INPS.

assegni unico cresce l'importo con l'anno nuovo senzza fare domanda all'inps 21082022

Anche il prossimo anno, l’assegno unico sarà a disposizione delle famiglie. Ci saranno però alcune modifiche rispetto al passato per quanto riguarda la sua erogazione.

Assegno unico: novità per il 2023. Ecco cosa cambierà

assegni unico cresce l'importo con l'anno nuovo senzza fare domanda all'inps 21082022

E’ previsto un aumento della cifra che verrà erogata per l‘assegno unico. L’assegno dovrebbe arrivare ad una base mensile di 190 euro. I contributi saliranno dunque d’importo e saranno più consistenti, questo per via dell’indicizzazione all’inflazione. Dal prossimo anno poi non servirà più inoltrare l’apposita richiesta all’INPS per ricevere il bonus.

E’ trapelato inoltre che anche le soglie ISEE in base alle quali il sussidio viene riconosciuto alle famiglie siano destinate a salire. Questo anche grazie al fatto che lo scorso anno sono stati risparmiati diversi milioni rispetto alle previsioni, dovuto al fatto che siano state presentate meno domande rispetto alle attese e al fatto che gli importi fossero più bassi. Molti degli interessati hanno poi rinunciato a presentare l’ISEE.

L’assegno unico viene erogato a partire dal mese di Marzo, e verrà ricevuto dalle famiglie per tutto l’anno sino al Marzo dell’anno seguente. A Gennaio dunque sarà comunque ancora necessario presentare la domanda per iniziare a percepire l’assegno dal mese di Marzo.

Come detto si avrà un importante aumento della cifra erogata. L’inflazione attualmente è all’8%. In base a questo chi attualmente riceve 175 euro al mese (coloro che hanno un ISEE sino a 15 mila) vedranno aumentare il contributo sino a 189 euro. Il valore minimo passerebbe invece da 50 euro a 54 euro, destinati a chi ha un Isee che arriva a 43.200 euro.

Con le discussioni sulla prossima legge di bilancio, le nuove elezioni e nuove informazioni sui vari decreti aiuti arriveranno poi maggiori notizie a riguardo e tutte le novità relative all’assegno unico. Il consiglio a chi fosse interessato è quello di monitorare con attenzione nelle prossime settimane i canali del governo per avere non appena divulgate tutte le informazioni del caso.