Il motivo per cui non dovresti dare il tè a tuo figlio, sconvolgente quello che fa

Secondo gli esperti non dovresti dare il tè a tuo figlio, il motivo per cui questo é sconsigliato é sconvolgente, ecco quello che fa

Alcuni cibi e bevande si sa é meglio non farle assumere ai bambini, ma come mai? Oggi parleremo del tè, bevanda apparentemente innocua e lo si gusta sia caldo che freddo, ma secondo recenti studi é sconvolgente quello che fa all’organismo di tuo figlio. Ecco il motivo per cui non dovresti assolutamente dargli anche un sorso di tè.

non dare il tè ai bambini ecco perché

Probabilmente non sei a conoscenza di quanti danni può fare il tè e cosa contiene in realtà. Innanzitutto alcune ricerche hanno dimostrato che la maggior parte dei tè in vendita contengono anche sostanze molto nocive: dall’alluminio ai tannini, dagli alcaloidi al fluoro, pericoloso se assunte in gran quantità anche a noi adulti, figuriamoci ai bambini. Ti aiuteremo a capire meglio di cosa stiamo parlando.

Cosa contiene il tè

Gli alcaloidi nervini sono la principale fonte di preoccupazione da parte degli esperti, essi sono la caffeina, la teofillina e la teobromina. Addirittura agli adulti questi se vengonoassuntiin gran quantità, possono causare gastriti, ulcere gastriche, fragilità ossea, dipendenza, alterazioni epatiche e problemi cardiovascolari di varia natura, figuriamoci a tuo figlio.

Cosa può provocare nei bambini

Secondo gli esperti, l’assunzione di caffeina può avere effetti devastanti nei bambini, tanto che anche i pediatra consigliano un’assunzione moderata dai 12 anni in poi.

Il motivo del divieto assoluto é perché l’organismo dei bambini, assorbe rapidamente la caffeina che agisce direttamente sul sistema nervoso centrale provocando comportamenti iperattivi, in più una diminuzione dell’appetito, difficoltà ad addormentarsi, palpitazioni, cefalea, mal di stomaco, tremori e via dicendo.

Cosa succede all’organismo di un bambino

Anche se il bambino assume apparentemente una quantità ridotta di tè, nel loro organismo é completamente differente. Una tazza di tè da 200 ml contiene dai 20 ai 50 mg di caffeina. Nei bambini già 35 milligrammi possono portare ad una intossicazione cronica.

In un bambino ad esempio di 20 chili, é pari a 7 tazzine di caffè espresso o a 10 tazze di tè un numero altissimo che desta non poche preoccupazioni, motivo per cui presta attenzione ed elimina questa bevanda dalla loro routine quotidiana prima di incorrere in preoccupanti complicazioni.