La nuova tassa sul traffico quando toccherà a noi?

A Londra é già attiva dal 2003, ma presto toccherà anche a noi, ecco la nuova tassa sul traffico: in cosa consiste e quando andrà in vigore.

Ci sono sempre più città che stanno decidendo di applicare questa nuova tassa sul traffico, ma a cosa é dovuto questo provvedimento? Cerchiamo di capirne di più e soprattutto perché presto toccherà anche a noi, ecco quando.

tassa sul traffico

Il prossimo anno anche New York potrebbe abbracciare l’idea di applicare questa tassa. In realtà la proposta era stata accolta e approvata già nel 2019 e sarebbe dovuta andare in vigore nel 2021, ma é rimasta in sospeso perché sotto il governo di Donald Trump, famoso per la poca attenzione alle faccende ambientali, opponendosi in maniera indiretta all’entrata in vigore della norma.

In cosa consiste questa tassa

L’obiettivo dell’introduzione di questa tassa é quella di limitare l’aumento del volume di traffico pesante, promuovere il trasferimento del traffico merci dalla strada alla ferrovia e serve a ridurre l’inquinamento. A New York la tassa andrà probabilmente in vigore il prossimo anno, ci sarà probabilmente un pedaggio variabile giornaliero che entreranno o rimarranno all’interno della zona tra la 60esima Strada e Battery Park all’estremità meridionale di Manhattan.

A quanto ammonta la tassa

L’imposta giornaliera a Londra é pari a 15 sterline al giorno, a New York invece sarà tra i 9 e i 23 dollari, nei pedaggi notturni invece 5 dollari. Sarà attiva per i veicoli che transitano dalle ore 7 del mattino alle 22. Pagare questa tassa da il diritto agli automobilisti di oltrepassare i limiti nella zona soggetta al pedaggio, pagando in anticipo o entro la mezzanotte del giorno seguente.

Perché é importante questa tassa

L’imposta giornaliera é un significativo aiuto per limitare il cambiamento climatico. La tassa aiuterà a diminuire il traffico del 15/20% aiutando a ridurre le emissioni nocive dei veicoli e incitare i cittadini a fare uso di mezzi di trasporto pubblico. Un sistema fondamentale per uno stile di vita migliore. Si spera che sempre più metropoli infatti, possano adottare questo sistema in modo da contribuire a dare una svolta green fondamentale e significativa per l’ambiente e ben presto quindi non é da escludere la possibilità di poter entrare a farne parte.