Vacanze se le tue aspettative erano altre, puoi chiedere il rimborso

Può capitare di avere aspettative diverse rispetto alle proprie vacanze e in tal caso è possibile richiedere il rimborso.

Sono molte le persone che dopo un anno di duro lavoro decidono di concedersi una vacanza. Talvolta però le aspettative riguardo a quest’ultima possono essere disattese e non tutti sanno che è possibile chiedere il rimborso e in particolar modo come richiederlo.

Vacanze se le tue aspettative erano altre, puoi chiedere il rimborso

Ciò detto, in questo articolo vi spieghiamo come fare a chiedere un rimborso nel caso in cui la vostra vacanza non abbia soddisfatto le vostre aspettative.

Vacanze: ecco come chiedere il rimborso in caso di aspettative disattese

Vacanze se le tue aspettative erano altre, puoi chiedere il rimborso

Può capitare di organizzare la propria vacanza e dunque di prenotare l’alloggio dove soggiornare e una volta qui essere completamente insoddisfatti. Giunti a destinazione, infatti, può capitare di ritrovarsi con una situazione ben diversa da quella promessa al momento della prenotazione. Spesso, in particolare, coloro che prenotano online l’alloggio per le vacanze possono essere attirati dalle foto che creano in loro aspettative molto alte. Queste possono essere disattese e non è un caso infrequente.

A tal proposito, infatti, alcune strutture alberghiere si presentano offrendo servizi che non esistono in realtà promettendo la presenza di palestra, piscina o altro. Ebbene, in tal caso, il consiglio è quello di salvare sempre le immagini della struttura dove si intende alloggiare, procurandovi delle prove relative ai servizi offerti. Una volta sul posto, poi, nel caso in cui dovessero verificarsi disservizi o in presenza di aspettative disattese è necessario crearsi una documentazione che prevede foto e filmati in modo tale che si possa chiaramente attestare quanto lamentato. Oltre a ciò, fate attenzione a conservare le ricevute relative alle spese.

Fatto ciò, potete procedere con la richiesta di risarcimento dal momento che in molti casi i proprietari delle strutture turistiche fanno affidamento sul fatto che il consumatore rinunci a chiedere il risarcimento per evitare lunghi processi dal dubbio esito. Va detto, invece, che la legge tutela i consumatori, non ultimo è il caso di un turista milanese che che deluso dal servizio offerto da una struttura alberghiera sita in a Vieste, in Puglia, ha deciso di chiedere il risarcimento che è riuscito ad ottenere dopo un contenzioso durato 3 anni. Nello specifico, il giudice di pace Alexia Dulcetta ha deciso che al cliente venisse corrisposto il rimborso per i giorni pagati nonché per le spese relative al processo.